RECENSIONE: La città del muro (Roberta Balestrucci, Luogo Comune)

Aggiornamento: 1 giu




Autore: Roberta Balestrucci Fancellu, Luogo Comune

Editore: Sinnos, 2022

Pagine: 96

Genere: Graphic novels, Narrativa per ragazzi

Prezzo: € 14.00

Acquista: Libro

Anteprima: https://www.sinnos.org/prodotto/la-citta-del-muro/


 

Trama

Siamo a Berlino, nel 1979. La città è divisa in Est e Ovest da una barriera impossibile da valicare. Da una parte c'è una città normale, dall'altra invece una città in cui è difficile esprimere le proprie idee ed essere veramente liberi. Peter, Gunter, Doris e Petra, che sono amici, hanno la folle idea di provare a fuggire su una mongolfiera, costruita da loro stessi. In gran segreto si organizzano... Età di lettura: da 9 anni.


Recensione

La notte del 16 settembre 1979 una bizzarra mongolfiera di taffetà solca i cieli della Germania dell’Est. A bordo ci sono famiglie tedesche, gli Strelzyk e i Wetzel che, pur di fuggire dal regime socialista della DDR, si sono ingegnate per costruire un pallone aereostatico rudimentale.

L’ avventura, oltre che in questa graphic novel, è stata raccontata in ben due film: nella pellicola del 1982 Fuga nella Notte e nel 2018 da Balloon-Il vento della libertà.


Turingia, 1979, due famigliole, gli Strelzyk e i Wetzel, da due anni lavorano nel massimo segreto a un piano molto audace: scappare nell’Ovest con una mongolfiera. Il capofamiglia dei primi è un elettricista con moglie e due figli. L’altro capofamiglia ha un figlio di tre anni ed è stato precettato per il servizio militare di lì a breve. Occorre dunque far presto. Non possono dire niente neppure agli anziani genitori, perché questi verrebbero accusati di complicità e messi in prigione. Tutti quelli che scappano dalla Ddr sono etichettati ufficialmente come traditori e su di loro l’ordine è di sparare a vista, compresi donne e bambini. Ma la Turingia è a Sud e bisogna aspettare il vento dal Nord che spinge il pallone oltre confine. Quando questo vento comincia a spirare, Wetzel si tira indietro: ha rifatto i calcoli, il pallone non può reggerli tutti. Partono solo gli Strelzyk, ma il marchingegno fatto in casa precipita. Riescono a tornare indietro senza farsi notare, però l’involucro è rimasto a terra e la Stasi parte in caccia. In fretta e furia Wetzel costruisce un’altra mongolfiera, perché è solo questione di tempo prima che la Stasi lo colleghi agli Strelzyk. Stavolta partono tutti e la fuga, sia pur per pochi metri, riesce. Le famiglie riescono nell’impresa.


Il libro racconta questa strana storia poco conosciuta accessibile a tutti alternando parti più descrittive a disegni semplici ed intuitivi in modo da essere comprensibile e accessibile anche ai piccoli.


Una avventura bizzarra e poco conosciuta che ricorda tutti gli uomini e le donne che ogni giorno si mettono in cammino per superare tutti i muri che ancora sono presenti nel mondo e che, sovente, fatichiamo a vedere.


 

Alcune note su Roberta Balestrucci Fancellu

Roberta Balestrucci Fancellu vive a Macomer, dove lavora al Centro Servizi Culturali e si occupa dell’organizzazione di eventi, seminari e formazione per adulti, laboratori nelle scuole, formazione e promozione alla lettura per ragazzi. Dal 2014 si occupa della direzione artistica e laboratoriale del festival dedicato alla legalità “Conta e Cammina. La legalità appartiene al tuo sorriso” giunto ormai alla V edizione. Ha pubblicato la graphic novel “Ken Saro Wiwa” per BeccoGiallo e il romanzo illustrato per ragazzi “Imon. La madre terra” per Radici Future.


Alcune note su Luogo Comune

Luogo Comune è lo pseudonimo di Jacopo Ghisoni, street artist e illustratore. Le sue immagini hanno colorato palazzi e muri lungo tutto lo stivale ma anche in Francia, Spagna, Inghilterra, perché è convinto che l’illustrazione serva a rendere luoghi di ogni tipo più belli e inclusivi.


TAG: #graphic_novels, #narrativa_per_ragazzi, #roberta_balestrucci_fancellu, #luogo_comune, #voto_quattro_mezzo