top of page

RECENSIONE: La porta segreta. Perché i libri per bambini sono una cosa serissima (Mac Barnett)




Autore: Mac Barnett

Traduttore: Sara Ragusa

Editore: Terre di Mezzo, 2024

Pagine: 104

Genere: Saggi, Infanzia

Prezzo: € 16.00 (cartaceo), € 8.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

“Se sei un autore di libri per bambini, ti sentirai spesso chiedere se hai intenzione di scrivere un libro vero. Quello che intendono è: scriverai mai un libro per adulti? Ormai sono così esperto nelle risposte che a volte riesco persino a non sembrare neanche lontanamente infastidito quando ripeto: i libri per bambini sono libri veri; i bambini sono lettori ideali, soprattutto per quanto riguarda la letteratura. Se non pensate che i libri per bambini siano veri libri, in qualche modo non pensate che i bambini siano veri esseri umani. Eccoci arrivati alla ragione principale per cui abbiamo scarsa stima dei libri per bambini: la nostra scarsa stima per i bambini. E se invece avessimo sbagliato tutto? Se in realtà fossero equipaggiati meglio degli adulti per farsi coinvolgere profondamente dalle storie? Comunque, questo è un libro per adulti. Più precisamente, è un libro per adulti che parla di libri per bambini.” (Mac Barnett)


Recensione

Mac Barnett è un autore per bambini e bambine, ma questa volta si è abbassato a scrivere per adulti e non una storia bensì un saggio sulla letteratura per l’infanzia.


In questo libro è condensato tutto ciò che è assolutamente necessario dire a proposito dei libri per bambini e bambine, la presa in considerazione e dunque lo smontaggio di ogni stereotipo e pregiudizio che accompagna la letteratura per l’infanzia dalle sue origini, a partire dall’enorme fraintendimento tra lettura e educazione che ci porta ad avere una massa imbarazzante di libri inutili. L'autore spiega in modo chiara e agevole, con un magnifico esempio delle tre zie, cosa devono davvero fare i buoni libri per l'infanzia, quelli che si collocano in quel territorio di intersezione tra ciò che è interessante per i bambini e ciò che è interessante per l’autore.


Secondo lo scrittore molti libri per bambini sono propaganda per adulti in quanto i bambini raramente sono considerati capaci di qualcosa, la scarsa stima dei bambini produce libri che non rispettano davvero i lettori e le lettrici a cui l’autore si vorrebbe rivolgere. Lo studioso lo dice molto chiaramente: diciamo di amare i bambini ma non li rispettiamo davvero. Offrire letteratura a bambini e bambine vuol dire rispettarli, riconoscerli come competenti in ciò che fanno, leggono, pensano, vuol dire fare un atto politico e valutarli nel presente.


Sovente non si considerano i libri per bambini come vera letteratura. Nel volume si sottolinea quanto e come questa percezione distorta della letteratura per l’infanzia dipenda, anche, da una mancanza di critica rigorosa, di analisi che renda ai libri per bambini e bambine la stessa attenzione e cura che si deve ai grandi libri per adulti.


Per l'autore ogni storia è una porta segreta, un invito ad immaginare un altro mondo. I bambini superano quella soglia della porta segreta ogni volta che giocano a fare finta e sono le uniche creature capaci di stare consapevolmente sia nel nella realtà che in quell’altro mondo che si apre dietro la porta segreta. Lo scrittore riprende le posizioni di Calvino: il testo, il linguaggio, è fatto di crepe; è in quelle crepe che si insinua il lettore con le proprie interpretazioni e visioni; quella tra mondo scritto e mondo non scritto, come lo chiama Calvino, è la crepa più grande di tutte, ci vuole maestria tecnica e talento per creare quella crepa, la più grande di tutte, e finirci dentro tutti interi. È lì, nella crepa, attraversata la soglia della porta segreta, che si sospende l’incredulità e si fanno nuove esperienze.


Consiglio questa lettura a tutti: insegnanti, genitori, adulti e curiosi. È una lettura che mette in discussione ma da cui si esce pieni di speranza che tutto è possibile, anche crescere lettori felici.


 

Alcune note su Mac Barnett

Mac Barentt è nato l’11 luglio 1982, si è laureato al Pomona College, dove ha avuto come insegnante lo scrittore David Foster Wallace. Autore di libri di successo per bambini, i suoi libri hanno venduto più di due milioni di copie e sono stati tradotti in oltre trenta lingue.

Nel 2012 Mac Barnett ha vinto il Boston Globe – Horn Book Award, e nel 2013 il E.B. White Read Aloud Award con Extra Yarn. Inoltre è tra gli autori dei Best Illustrated Children Books selezionati nel 2019 dal New York Times e dalla New York Public Library, con il libro Just Because, illustrato da Isabelle Arsenault. Con Terre di mezzo Editore ha pubblicato Sam e Dave scavano una buca (2015), illustrato da Jon Klassen, riconosciuto come un Best Seller per il New York Times, come uno dei migliori libri per ragazzi del 2014 per Publishers Weekly e uno dei Caldecott Medal Honor Books nel 2015. Editi da Terre di mezzo anche Filo magico (2016), Nome in codice: Mac B. In missione per la regina (2019), scelto per la prima selezione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2020 nella categoria +6, Nome in codice: Mac B. Il crimine impossibile (2020), Nome in codice Mac B. – Il mistero dei corvi scomparsi (2020), Leo. Una storia di fantasmi (2016), illustrato da Christian Robinson e segnalato tra i dieci migliori libri secondo il New York Times, insieme a The Skunk, Che cos’è l’amore? (2021), illustrato da Carson Ellis, Come fa Babbo Natale a passare dal camino? (2023) e La porta segreta (2024), il suo primo saggio per adulti, un’opera originale scritta per Terre di mezzo e illustrata da Carson Ellis. Attualmente, Barnett vive a Oakland, in California.


Комментарии


bottom of page