top of page

RECENSIONE: Luna, laboratorio di pace (Simonetta Di Pippo)




Autore: Simonetta Di Pippo

Editore: EGEA, 2024

Pagine: 152

Genere: Saggi, Astronomia

Prezzo: € 17.00 (cartaceo), € 13.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

L’India che diventa la quarta nazione al mondo ad approdare sul suolo lunare; la Federazione Russa che fallisce di un soffio l’atterraggio con Luna-25; la Cina che con Chang’e 5 riporta a Terra campioni rocciosi alla ricerca di preziosi minerali sconosciuti; una sonda privata giapponese, con a bordo il primo rover degli Emirati Arabi, che non riesce ad allunare in modo controllato; gli Stati Uniti che ripartono con successo con la prima delle missioni Artemis: la Luna, e più in generale lo spazio, si affolla di attori, divenendo di fatto nuovo terreno di confronto geopolitico ed economico per le potenze del pianeta Terra. Affrontare il futuro dell’esplorazione spaziale e la creazione dei mercati ad essa associati richiede oggi un approccio cooperativo e inclusivo perché, quando la sfida è globale, anche la risposta deve essere globale. In questo saggio, Simonetta Di Pippo ci invita a guardare alla Luna e allo spazio non solo come occasione di sviluppo economico o come orizzonte per espandere la nostra conoscenza, ma anche come palestra nella quale tentare nuovi esercizi di diplomazia. Solo così, infatti, potremo fare sì che la geopolitica acquisisca davvero una dimensione inedita, impedendo che tutti i meccanismi terrestri, sostenibili e meno sostenibili, vengano semplicemente trasferiti e replicati oltre i confini del nostro pianeta.


Recensione

Il 23 febbraio del 2024 è una data da ricordare per quanto riguarda l’esplorazione spaziale: il veicolo Odysseus, progettato dalla società privata americana Intuitive Machines, si posa sulla Luna a 52 anni dall’ultima missione del programma Apollo.


Quello di Odysseus è il primo successo di una missione privata dopo i fallimenti dei lander Peregrine (americano) e Hakuto – RM1 (giapponese) nel 2023 e di Beresheet (israleiano) nel 2019.


Per comprendere meglio l’impresa di Odysseus risulta utile leggere questo piccolo, ma denso libretto la cui autrice è docente di space economy alla SDA Bocconi School of Management.


Odysseus ospita strumenti utili alla nascita della colonia progettata dai Paesi del blocco occidentale, ovvero USA, Europa, Canada e Giappone. Come è noto, agli esperti del settore, Russia e Cina non hanno accettato la collaborazione. Da chiarire il ruolo dell’India, quarto Paese al mondo ad atterrare sul nostro satellite.


Come ricorda l’autrice, tra il 1958 e il 2020 sono state 112 le missioni lanciate verso la Luna. La massima concentrazione si ha tra il 1960 e il 1975 con una ripresa di interesse intorno agli anni ’90. Ora siamo in una fase, una ambiziosa come quella della “guerra fredda” che ha visto la competizione fra USA e URSS, ma con geopolitico totalmente differente. Il 2023, in particolare, è stato un anno di traffico intenso Terra – Luna con protagonisti Russia, India, Cina, Giappone ed Emirati Arabi. Per quanto riguarda l’Europa, il progetto più importante dovrebbe realizzarsi nel 2027 con lo sbarco sulla Luna di un uomo e una donna di colore e la costruzione del Moon Village presso il polo sud lunare. Purtroppo, bisogna fare i conti con l’attuale situazione politica, in particolare con l’attacco Russo dell’Ucraina. Nel saggio i conflitti vengono presi in esame e viene indicata anche la direzione per risolverli per il bene comune. Secondo la scienziata bisogna riprendere in mano la questione e standardizzare procedure, mezzi spaziali e criteri di sicurezza.


Questo risulta un ottimo libro per comprendere che lo spazio è un bene comune e che deve rimanere tale. Inoltre, mette in evidenza come la Luna, se si va oltre i conflitti e le ambizioni, può essere sicuramente un laboratorio di pace.


 

Alcune note su Simonetta Di Pippo

Simonetta Di Pippo, laurea in Astrofisica e Fisica dello Spazio alla Sapienza Università di Roma e honoris causa in Environmental Studies e dottorato honoris causa in International Affairs, è Professor of Practice di Space Economy presso SDA Bocconi School of Management dove dirige lo Space Economy Evolution Lab (SEE Lab). È stata Direttrice Voli Abitati presso l’Agenzia spaziale europea, Direttrice Osservazione dell’Universo presso l’Agenzia spaziale italiana, Direttrice dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico. Con Egea ha pubblicato Space Economy. La nuova frontiera dello sviluppo (2022).


תגובות


bottom of page