top of page

RECENSIONE: Giganti ghiacciati (Luca Nardi, Fabio Nottebella)

Aggiornamento: 7 dic 2023



Autore: Luca Nardi, Fabio Nottebella

Editore: edizioni Dedalo, 2023

Pagine: 232

Genere: Saggi, Astronomia

Prezzo: € 17.00

Acquista: Libro


 

Trama

Un libro senza precedenti che, con dovizia di particolari e rigore scientifico, racconta tutto quello che sappiamo sui giganti ghiacciati Urano e Nettuno, mondi tanto misteriosi quanto affascinanti, situati nella gelida oscurità ai confini del Sistema Solare. Nel nostro Grand Tour planetario, seguiremo le orme delle sonde Voyager della NASA, protagoniste della missione di esplorazione spaziale più amata di sempre, l’unica finora ad aver raggiunto i pianeti ai limiti del Sistema Solare. Scopriremo poi le loro lune, corpi incredibili con croste di ghiaccio e intricate strutture criovulcaniche, oceani profondi e persino possibili luoghi abitabili. E proprio per cercare forme di vita su questi mondi estremi avremmo bisogno di saperne di più, perché svelando i loro segreti potremo capire meglio anche le nostre origini.


Recensione

Questo saggio scritto da Luca Nardi e Fabio Nottebella, astrofisico il primo e studioso di lune ghiacciate il secondo, è dedicato ai mondi freddi, anzi gelidi. Si tratta di tutti quei corpi celesti ( pianeti, satelliti, asteroidi o luoghi particolari di pianeti e satelliti) dove è presente l'acqua allo stato solido.


La frenetica ricerca di acqua sulla Luna e su Marte ha fatto credere ai più che questa sostanza essenziale per la vita sia una rarità nell’universo. Nulla di più errato. L’acqua è molto diffusa nei suoi tre stati di vapore, liquido e solido e più ancora nella forma ionizzata dell’ossidrile, una molecola di acqua che ha perso uno dei suoi due atomi di idrogeno, e quindi formata da un ossigeno e un idrogeno soltanto.


Osservazioni attraverso sonde e robot confermano che vi è ghiaccio al polo sud della Luna, che sono in gran parte ghiaccio i nuclei delle comete, che Europa, uno dei quattro maggiori satelliti di Giove, è una immensa banchisa ghiacciata che copre un oceano di acqua liquida. Oltre a ciò vi sono geiser freddi sul satellite di Saturno, Encelado. C’è ghiaccio su Tritone, grosso satellite di Urano. Gli studiosi descrivono questi mondi inospitali con l’attenzione rivolta alla possibilità che la loro acqua, ghiacciata o meno, possa aver favorito o favorire in futuro lo sviluppo della vita, e per questo analizzano nel capitolo finale la fascia di abitabilità del Sole e di altre stelle, cioè "la gamma di distanze tra il proprio pianeta e la stella di riferimento, tali che, almeno su carta, siano in grado di garantire le condizioni adatte alla vita.


Consiglio questo libro a tutti coloro che vogliono intraprendere un viaggio lunghissimo che parte dagli anni '70 con la sonda Voyager fino ad approdare ai giorni nostri passando per giganti ghiacciati come Urano e Nettuno per cercare di comprendere meglio il nostro universo e ipotizzare, insieme ai bravi autori, l'esistenza della vita su altri mondi.


 

Alcune note su Luca Nardi

Luca Nardi è astrofisico, dottore in scienze planetarie e divulgatore scientifico. È molto noto su tutti i social network, in particolare sul suo canale YouTube. Collabora con il Planetario di Roma e con varie testate tra cui «Wired Italia». Ha pubblicato Un mese a testa in giù (2021).


Alcune note su Fabio Nottebella

Fabio Nottebella si occupa di Risorse Umane ed è un appassionato studioso di lune ghiacciate. Collabora con l’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta e cura rubriche social sul Sistema Solare. Ha pubblicato C’è vita nel Sistema Solare? Encelado (2021).


Comments


bottom of page