top of page

RECENSIONE: La sfida di Marte. Storia di esplorazione di un pianeta difficile (Paolo Ferri)

Aggiornamento: 9 giu 2023




Autore: Paolo Ferri

Editore: Raffaello Cortina Editore, 2023

Pagine: 260

Genere: Saggi, Astronomia

Prezzo: € 22.00 (cartaceo), € 14.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook



 

Trama

Fin dall'inizio dell'era spaziale, Marte è stato un obiettivo primario dell'esplorazione del Sistema solare. Ma si è rivelato anche teatro di spettacolari fallimenti. Il libro ripercorre la storia delle missioni marziane, spiegando perché Marte, pur essendo un pianeta relativamente vicino e simile alla Terra, rappresenti un obiettivo così ostico, al punto da far fallire la metà delle missioni che lo hanno affrontato. Tutto è raccontato dal punto di vista dell'autore, che ha vissuto in prima persona le missioni europee verso Marte. Non mancano dunque gli aneddoti privati, attraverso i quali il lettore rivive le emozioni, i successi e i fallimenti sperimentati da Ferri e dai suoi collaboratori nelle sale controllo sulla Terra, dove si pilotano le sonde spaziali a centinaia di milioni di chilometri di distanza. Il libro si chiude con uno sguardo al futuro, alle missioni verso Marte già pianificate per i prossimi anni, e al sogno di inviare un giorno, magari entro pochi decenni, i primi esseri umani sulla superficie del Pianeta rosso.


Recensione

Dopo la Luna, il corpo celeste che attira maggiormente l'attenzione in merito alle esplorazioni spaziali è sicuramente Marte. Il Pianeta Rosso appare sempre più vicino dato che ad oggi sono ben cinque le Nazioni o Enti Spaziali che hanno portato mezzi in orbita attorno al pianeta: USA, Europa, Russia, India, Emirati Arabi Uniti e Cina.


Stati Uniti e Cina sono anche riuscite a muovere dei rover sulla superficie e, tra una decina d'anni, potremmo ricevere e analizzare, qui sulla Terra, i primi campioni raccolti direttamente dalla superficie rossa. Questo è un risultato che negli anni ’90 in ESA (Agenzia Spaziale Europea) si sperava già di raggiungere ad inizio degli anni 2000. Lo sappiamo perché è uno dei tanti aneddoti e informazioni dirette che ci racconta l'autore in questo nuovo saggio.


L'autore e scienziato è stato per quasi quarant’anni all’ESA, a capo del dipartimento di operazioni spaziali dell’Agenzia, e responsabile per diverse missioni, tra cui Rosetta, Mars Express e Exo Mars. Questo testo si concentra sulle ultime due.


La storia dell’esplorazione del Pianeta Rosso da parte dell'Europa non è certo ampia come quella della NASA, ma le sfide che Marte ha presentato non sono state poche, alcune sono state vinte, altre non ancora. Due sono state le principali imprese marziane dell’ESA, finora: Mars Express, lanciata nel 2003 e ExoMars, missione in due parti, la prima lanciata nel 2016, la seconda ancora ancorata a Terra.


Il saggio si divide essenzialmente in tre parti. Nella prima l’autore racconta e spiega chi ha raggiunto finora Marte, a che punto è l’esplorazione e soprattutto come si raggiunge il Pianeta Rosso. Elementi fondamentali per immedesimarsi appieno nelle sfide raccontate nella seconda e terza parte. Queste lasciano spazio al racconto, sempre ricco di dettagli e protagonisti, prima di Mars Express e poi di ExoMars.


La sonda lanciata nel 2003 nasce come "riutilizzo" di componenti, esperienze e software già previsti da Rosetta, in modo da riuscire a progettare una missione "a basso costo". Ben presto però, le sfide tecniche che la sonda presenta ai vari team a Terra le fanno ottenere un carattere ben chiaro e tutto suo, che cambia una volta arrivata in orbita, dove ha dimostrato, grazie alle mille soluzioni trovate dagli ingegneri dell’ESA, di essere un enorme successo. Una sonda progettata per durare tre anni, che ancora oggi, nel 2023, è attiva e produce risultati.


Nella seconda parte, l'autore, racconta della seconda grande missione dell’ESA verso Marte: ExoMars. Questa si divide a sua volta in due parti, un orbiter chiamato Trace Gas Orbiter, lanciato nel 2016 insieme al lander Schiapparelli, e un rover, che sarebbe dovuto partire nel 2022, ma che ad oggi, per la cancellata collaborazione Russa, non ha ancora una data precisa. ExoMars è una missione ambiziosa, che l'astrofisico racconta con precisione e con un punto di vista da protagonista. Essenziale in questi casi per capire come dietro una missione spaziale interplanetaria ci sia lavoro di ingegneri, scienziati, amministratori e industrie. Anni di progettazione, compromessi e riunioni di centinaia di persone.


Consiglio questo testo a chi vuole scoprire e approfondire l'esplorazione del quarto pianeta del Sistema Solare da parte dell'Europa dalla penna di chi lo spazio europeo ha contribuito a costruirlo con le proprie mani.


 

Alcune note su Paolo Ferri

Paolo Ferri è un fisico che ha lavorato per quasi quarant'anni per l'Agenzia spaziale europea (ESA) a Darmstadt, in Germania. È stato a capo del dipartimento di operazioni spaziali dell'Agenzia e responsabile di varie missioni, tra cui Rosetta, Mars Express e ExoMars. È stato il primo italiano a essere introdotto nella Hall of Fame della International Astronautical Federation e nel 2020 ha ricevuto dal presidente Mattarella l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Le sfide di Marte (2023).


Comments


bottom of page