RECENSIONE: Il bosco dei ricordi (Sam Lloyd)



Voto: 4.5/5

Autore: Sam Lloyd

Editore: SEM, 2021

Pagine: 368

Genere: Narrativa straniera, Thriller

Prezzo: € 19.00 (cartaceo), € 2.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Inghilterra, Hampshire. Elijah ha dodici anni, non è mai andato a scuola e vive in un cottage insieme alla famiglia all'interno di una grossa proprietà terriera. Elissa ha tredici anni, una vita normale ed è una promessa degli scacchi. Proprio durante un torneo del suo gioco preferito viene rapita e portata in un nascondiglio in un bosco. Elijah ha sempre vissuto vicino al "bosco dei ricordi". Per lui si tratta della sua unica casa. Elissa, invece, ci è appena arrivata, ed è disposta a tutto pur di fuggire. Quando Elijah si imbatte nella ragazza, imprigionata nelle profondità del bosco in cui il suo rapitore la tiene segregata, si rifiuta di avvisare la polizia. Questo perché in tutta la sua vita il ragazzo non ha mai avuto un vero amico, e non vuole perderla. Già, perché Elijah sa bene come può finire questa storia, del resto Elissa non è la prima ragazza che incrocia nel bosco... Man mano che il comportamento del suo sadico rapitore diventa sempre più singolare e imprevedibile, Elissa giunge alla conclusione che raggirare lo strano e solitario Elijah sia la sua unica possibilità di salvezza. Sarà la loro particolare sfida tra gatto e topo, colma di inganni e tradimenti, a decidere il destino di entrambi.


Recensione

Elissa Mirzoyan è in procinto di partecipare a una gara di scacchi quando viene rapita da un uomo con un furgone. Viene portata in un bosco e tenuta prigioniera in un nascondiglio. È lì che incontra Elijah, un ragazzo di dodici anni che ha sempre vissuto nel "bosco dei ricordi". Questo è contento quando conosce Elissa, finalmente potrà farsi un'amica, non avendo lui mai avuto amicizie. Il ragazzo sa che Elissa è stata portata lì contro la sua volontà e vuole aiutarla, ma si rifiuta di tentare di liberarla o chiamare la polizia in quanto terrorizzato dal suo rapitore. Il thriller d'esordio di Sam Lloyd è raccontato da tre punti di vista. Quello di Elissa, di Elijah, e di Mairead, a capo delle indagini. Ogni personaggio è descritto in tutta la sua particolarità. Elissa ha soli tredici anni e ha una mente brillante e strategica, sicuramente grazie a tutto ciò che gli scacchi le hanno insegnato. È stato molto interessante leggere di come sfrutta le sue abilità mentali per cercare di sopravvivere, e per raggirare Elijah affinché la aiuti. Elijah invece è da subito un grande punto interrogativo. Si capisce immediatamente che ha qualcosa che non va e, piano piano, l'autore costruisce la sua storia per chiarire ogni pensiero del lettore. Infine abbiamo Mairead, la detective che da subito ha capito il collegamento con un rapimento avvenuto l'anno prima. Mairead sta attraversando un periodo particolarmente difficile a livello personale, e anche per questo dedica anima e corpo al caso di Elissa. Questo è un romanzo altamente ansiogeno che tiene costantemente il lettore sulle spine e che genera in sesso un senso di inquietudine. Libro che si fa apprezzare anche per i diversi colpi di scena che l'autore inserisce abilmente.

Un buon thriller consigliato agli amanti della suspence e delle storie mozzafiato anche se personalmente avrei voluto venisse approfondito maggiormente l'aspetto psicologico dei personaggi.

 

Alcune note su Steve Stewart-Williams

Sam Lloyd è cresciuto nell’Hampshire, inventando storie e creando un suo mondo tra i boschi vicino casa. Questo è il suo esordio.


TAG: #narrativa_straniera, #thriller, #sam_lloyd, #voto_quattro_mezzo