RECENSIONE: Il circo della notte (Erin Morgenstern)



Voto: 5/5

Autore: Erin Morgenstern

Editore: Fazi Editore, 2021

Pagine: 450

Genere: Narrativa straniera, Young adult

Prezzo: € 15.00 (cartaceo), 9.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Il circo apre al crepuscolo e chiude all'aurora. Inaugurato nella Londra vittoriana di fine Ottocento, gira per tutto il mondo, con un seguito di sognatori conquistati per sempre dalle sue meraviglie. Ogni notte, nei tendoni a strisce bianche e nere vengono messi in scena spettacoli sofisticati e numeri incredibili, tanto da sembrare magici. In realtà, dietro le quinte del circo è in corso un duello di veri incantesimi, di cui solo pochi sono a conoscenza. Celia e Marco sono due giovani maghi addestrati fin dall'infanzia a combattere l'uno contro l'altra dai loro rispettivi mentori, due misteriosi esperti dell'occulto, rivali fin dalla notte dei tempi. Mentre l'illusionista Celia incanta tutte le notti il pubblico nel suo tendone, il discreto Marco, ingaggiato come assistente dal proprietario del circo, controbatte creando attrazioni sempre più elaborate e potenti. Nessuno ha messo in conto, però, l'amore che quasi inevitabilmente sboccia tra i due; un sentimento così profondo e prodigioso che scatena pericolose scintille a ogni sguardo rubato e che travolge un'intera sala non appena le loro dita si sfiorano. Ma la sfida tra Celia e Marco non può durare in eterno e solo uno di loro ne dovrà essere il vincitore. Gli anni passano, il circo diventa sempre più celebre ma il destino di tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questo meraviglioso luogo è in bilico, proprio come gli acrobati che volteggiano ogni notte nei tendoni. Con la prosa ricca ed evocativa che ha dato vita al labirinto de Il Mare Senza Stelle, Erin Morgenstern vi trascinerà insieme a tanti personaggi indimenticabili in un'affascinante avventura all'insegna di stravaganza e ambizione, dove l'amore è solo una fra le tante magie alle quali non ci si può sottrarre. Chi sarà a trionfare con l'ultimo incantesimo?


Recensione

Un circo spesso attira l’attenzione ed esercita sempre un certo fascino ma questo, sin da subito, ci fa intuire quando sia particolare e fuori dal comune. Infatti, fin dalle prime battute, il lettore scopre che esso “vive” solo la notte, apre al crepuscolo e chiude all’aurora.

L’attesa è carica di aspettativa e l’aria si fa più elettrica ogni minuto che passa ma, a quanto pare, bisogna proprio aspettare che il sole scompaia per vedere animarsi questo strano circo appena giunto in città, ed infatti appena l’ultimo raggio di sole sparisce dietro l’orizzonte ecco illuminarsi l’insegna: Le Cirque des Rêves, ovvero il Circo dei sogni.

Eccoci, siamo appena entrati dentro questo magico circo dei sognatori, un luogo incredibile, un insieme di tendoni a strisce bianche e nere, e già questo rappresenta una bella novità rispetto ai soliti colori che caratterizzano questo tipo di attrazioni, ogni tendone inoltre ha un cartello che ci dice cosa dobbiamo aspettarci: voli di fantasia, impalpabili enigmi, mostri orrendi e bizzarre creature e così via, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Il romanzo si snoda narrando le diverse vicende di molti personaggi; tutti sono legati a doppio filo al circo e alla vita al suo interno. Il circo dei sognatori è infatti il terreno nel quale si dovrà svolgere una sfida tra due potentissimi maghi, una sfida che è stata lanciata quando i due erano solo dei bambini innocenti e non erano affatto al corrente di quello che stava per succedergli.

Celia è la figlia di un potente mago che per vivere fa l’illusionista e si sforza di nascondere la vera magia dietro trucchetti che incantano il pubblico. Quando è solo una bambina viene affidata alle cure del padre che si rende subito conto del suo spiccato talento naturale per la magia e decide di insegnargli tutto e di lanciare una sfida ad una sua vecchia conoscenza. Qualche tempo dopo anche lo sfidante viene scelto, un bambino apparentemente comune che vive in un orfanotrofio, ma che cela in sé grandi potenzialità. L’uomo in grigio lo sceglie personalmente, lo porta via dall’edificio nel quale l’ha trovato e da quel momento comincia ad istruirlo fino a quando non lo ritiene abbastanza pronto per indossare l’anello che lo legherà per sempre a Celia e che lo trasformerà nel suo rivale.

Presto le vite di Marco e Celia si incrociano nello strano circo. All’inizio non sanno di essere rivali, ma con il tempo la verità viene a galla. Nonostante ciò, i due sembrano collaborare nella realizzazione di magie che arricchiscono sempre di più le attrazioni del circo. Attorno ai dei due protagonisti ruotano un’infinità di personaggi e storie che si sviluppano parallelamente e che consentono al lettore di immergersi e perdersi totalmente in questo incantevole mondo che l’autrice ha saputo creare in modo magistrale.

Tra orologiai, sorelle gemelle, contorsioniste, indovine, ingegneri, gemelli che si occupano di fare numeri con i gattini, domatori di belve feroci, persone comuni che restano affascinate dal circo al punto da seguirlo in giro per il mondo si dipana una storia che ha davvero dell’incredibile.

Lo stile dell’autrice incanta e conquista; il libro risulta talmente ben scritto e la trama ben congeniata tanto che il lettore non fatica ad identificarsi con i protagonisti.

Una lettura assolutamente da non perdere.


Alcune note su Erin Morgenstern

Erin Morgenstern, nata in Massachusetts nel 1978, è un’artista multimediale americana. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: il suo romanzo d'esordio Il circo della notte (Bur, 2017; Fazi, 2021) e Il Mare Senza Stelle (Fazi, 2020).


TAG: #narrativa_straniera, #young_adult, #erin_morgenstern, #voto_cinque