RECENSIONE: La bellezza del mondo. Il romanzo della vita di san Tommaso d'Aquino (Laura Corsini)

Aggiornamento: 11 nov 2021



Voto: 5/5

Autore: Laura Corsini

Editore: San Paolo Edizioni, 2020

Pagine: 272

Genere: Narrativa italiana, Religione

Prezzo: € 18.00 (cartaceo), € 12.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Durante il processo per la canonizzazione di san Tommaso d'Aquino, giunge da lontano un testimone misterioso e inatteso. È frate Carlo, carico di anni, ormai alla fine della sua vita terrena. Da piccolo fu offerto da sua madre al convento di Orvieto e nel sacro chiostro ha trascorso una giovinezza turbolenta, lontano da Dio e da qualsiasi spiritualità. La sua vita sembrava indirizzata a un destino di perdizione, nel contesto della decadenza morale dell'osservanza monastica. Poi è avvenuto un incontro straordinario, che ha provocato nel giovane una vera folgorazione. Al convento è giunto, infatti, Tommaso d'Aquino, accompagnato da due fedeli collaboratori. Il celebre teologo e predicatore chiede al priore che proprio quel giovane oblato gli venga affidato come uno dei suoi scrivani. E così, tra visioni, sogni rivelatori, opere che riprendono l'antica filosofia dei Greci e viaggi al fianco di Tommaso e Reginaldo da Piperno, suo fedele confratello, Carlo riesce a compiere un cammino di purificazione: stupito, commosso, immerso nella luce della sua nuova fede... e il tribunale, che ha ascoltato del santo dottore tanti miracoli capitati alla carne (guarigioni, resurrezioni, tempeste sedate), con grande meraviglia si ritrova a udire di un miracolo ben più grande, quello avvenuto nella conversione di un cuore.


Recensione

Questo volume è un romanzo storico e biografico. La casa editrice che ha pubblicato il libro è celebre per occuparsi sia di scritti laici, sia di edizioni di veri e propri testi sacri del Cattolicesimo. Tuttavia, il libro di cui vi parlo, non si limita a essere un testo di argomento religioso, fruibile solo da parte dei credenti o dai laici appassionati di teologia. Esso può essere letto da chiunque.

Le qualità di questo libro sono l’universalità e l’umanità. Universale perché si rivolge agli individui di qualsiasi credo, pensiero e morale, e riesce in questo intento proprio perché è umano, parla all’uomo, alla persona in quanto unità inscindibile di corpo e anima, condizione che accomuna tutti.

L’autrice, che affronta sempre generi letterari differenti, accompagna il lettore in questo viaggio con uno stile semplice, ma elegante e curato.

Immergersi in questo viaggio vuol dire affrontare un cammino fisico attraverso l’Europa del Tredicesimo secolo passando per le Marche, l’Umbria, Roma e Parigi, ma anche affrontare un cammino spirituale. Ogni passo compiuto in questo impervio viaggio è un passo avanti anche nella crescita spirituale e intellettuale.

Non mancano momenti di sosta per ammirare la natura. In questi frangenti i toni si fanno più lirici e intimisti.

Il protagonista di questo viaggio è Carlo, un bambino obbligato ad imboccare la vita monastica per un voto pronunciato dalla madre e da lui vissuto inizialmente come una condanna, una forzata e ingiusta rinuncia ai piaceri e alle bellezze che la vita offre agli uomini naturalmente. Questo susciterà tentativi di ribellione nel Carlo bambino, prima, e nel Carlo ragazzo, poi, e lo porterà alla commissione di prodezze scanzonate con la complicità dell’amico e compagno di monastero Lorenzo: tra queste, piccoli furti e fughe mosse dal pungolo del divampante desiderio amoroso di un giovane.

A segnare una svolta nella vita del protagonista è San Tommaso d’Aquino, noto come sommo santo e sommo filosofo e la cui biografia è ricostruita dall’autrice fedelmente, rispettando le fonti canonistiche. L’incontro tra i due animi si fa provvidenziale, ognuno diventa strumento dell’altro: Tommaso sarà per Carlo una figura di riferimento, una guida spirituale e addirittura un padre e Carlo sarà per Tommaso le mani nella stesura dei suoi lunghi e complessi testi, talvolta anche simultanea e la sua voce, alla cattedra di teologia dell’Università di Napoli, a cui sarà assegnato per continuare a diffondere le idee del Maestro e portare avanti la lotta intellettuale contro le eresie.

Grazie alla presenza di Tommaso, il protagonista intraprende un processo di crescita e di miglioramento lasciandosi alle spalle il giovane impenitente e indisciplinato che era per diventare un uomo saggio e valoroso.

Questo cammino procede di pari passo con l’accoglimento della fede religiosa e con la scelta attiva della vita da frate, vissuta con fervida volontà e non più come il compiersi di un destino già scritto.

Durante la lettura di questo romanzo, ognuno si può identificarsi con Carlo e camminare fianco a fianco con lui. Esso ci invita a metterci a nudo e a riconoscere le nostre debolezze e i nostri vizi, con cui prima o poi ognuno deve fare i conti, arrivando a chiedersi chi è e chi vuole davvero essere.

Ci esorta poi ad accettarci e ad amarci per quello che siamo e a non incolparci per le nostre mancanze, ma a vederle come delle prove da superare, delle occasioni di crescita.

Un romanzo che, attraverso la storia di Carlo, ha parecchio da insegnare anche al lettore.

Una lettura che consiglio senza indugio.


Alcune note su Laura Corsini

Laura Corsini, scrittrice e bibliotecaria di origini pesaresi, attualmente vive e lavora in Emilia, in provincia di Modena. Dopo la laurea in lettere classiche presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna, ha intrapreso diverse collaborazioni con enti pubblici, privati e case editrici, che hanno portato alla pubblicazione di opere di contenuto storico e culturale locale.

In seguito ha scritto romanzi, racconti, poesie, articoli e saggi. Tra i più recenti: Kitty ad ogni costo, con Kitty Vinciguerra (2014); Ritorno a Canossa (2015); Non ho imparato a nuotare (2016); Il sentiero delle tarantole (2017); David e Matthaus per colpa di un’amicizia (2018); Il canto di Ecate. Come cambiò Bologna il 2 agosto 1980 (2019); La musica dell'universo. L'incredibile storia del pianoforte di Einstein (2020) e La bellezza del mondo. Il romanzo della vita di san Tommaso d'Aquino (2020)

Laura è appassionata di cinema francese, di storia e della sua bicicletta, fonte di ispirazione tra una pedalata e l’altra.


TAG: #narrativa_italiana, #religione, #laura_corsini, #voto_cinque