RECENSIONE: La biblioteca dei giusti consigli (Sara Nisha Adams)

Aggiornamento: 11 giu




Autore: Sara Nisha Adams

Traduttore: Claudia Marseguerra

Editore: Garzanti, 2021

Pagine: 384

Genere: Narrativa straniera, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 17.90 (cartaceo), € 9.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Esordio più conteso della fiera di Londra, La biblioteca dei giusti consigli è già un caso editoriale: venduto in oltre 20 paesi, ha conquistato il cuore del pubblico che, ancora prima della pubblicazione, ha dato il via a un passaparola mai visto prima. Sara Nisha Adams ci regala un romanzo che è un omaggio al mondo della letteratura. Alla magia universale delle storie che sanno come farci ritrovare la speranza e la fiducia in noi stessi. E creano potenti connessioni che vanno ben oltre la parola scritta.


Recensione

Questo che vado a recensire è un romanzo d'esordio.


La giovane Aleisha da tempo non si fida più dei libri, perché l'hanno delusa. Eppure, il caso vuole che rimedi un lavoretto estivo in una biblioteca, dove l’unico modo per riempire i vuoti tra un avventore e l’altro è sfogliare qualche pagina; un passatempo noioso se non fosse che una mattina compare Mukesh, un signore alla disperata ricerca di un contatto con la nipotina topo di biblioteca. L’uomo le chiede di consigliargli qualcosa da leggere e la ragazza pensa bene di cavarsela con una lista che ha trovato in fondo a un vecchio volume sgualcito, ma si sbaglia. Mukesh torna con l’intenzione di parlare dei romanzi che gli ha indicato e lei non può far altro che dare un’altra possibilità alla lettura. Così, libro dopo libro, si accorge che ogni storia è capace di trasportarla lontano e di mostrarle il lato migliore della realtà: Il buio oltre la siepe la invita a guardare il mondo con occhi diversi; Orgoglio e pregiudizio le insegna che esiste la persona giusta per ognuno di noi, mentre Piccole donne le fa scoprire la forza della gentilezza e della solidarietà. Con il passare dei giorni, Aleisha e Mukesh sperimentano il potere terapeutico della letteratura e si rendono conto che i romanzi che leggono racchiudono un segreto inaspettato; un segreto che ha a che fare con la biblioteca e che li legherà a doppio filo. Perché solo unendo le forze e diffondendo la passione per la lettura potranno portarlo alla luce e arrivare alla verità.


Il romanzo è corposa, ma cattura il lettore fin dall’inizio. Il potere salvifico delle storie e della lettura è il vero protagonista della narrazione, insieme all’importanza dei legami famigliari e delle connessioni umane. Parlando invece dei personaggi veri e propri, di Aleisha e Mukesh conosciamo il passato, il presente, la famiglia e gli amici, ma anche i personaggi secondari che entrano in scena risultano ben delineati pur in pochi tratti. Un romanzo ben scritto, di grande successo che consiglio, nonostante la storia abbia un certo déja vu, a tutti coloro che amano i libri e tutto ciò che ruota loro attorno.


 

Alcune note su Sara Nisha Adams

Sarah Nisha Adams è nata in Hertfordshire da genitori inglesi e indiani, vive a Londra. Per scrivere La biblioteca dei giusti consigli, suo romanzo d’esordio, si è ispirata alla figura del nonno, che le ha insegnato l’importanza di creare legami attraverso i libri e la lettura


TAG: #narrativa_straniera, #narrativa_moderna_contemporanea, #claudia_marseguerra, #sara_nisha_adams, #voto_quattro_mezzo