RECENSIONE: La dodicesima pagina (David Liss)

Aggiornamento: 30 gen




Autore: David Liss

Editore: Vintage Editore, 2021

Pagine: 472

Genere: Narrativa straniera, Fantasy

Prezzo: € 18.00 (cartaceo), € 9.00 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

L'Inghilterra sta cambiando. Fabbriche e industrie si moltiplicano portando trasformazioni radicali nel tessuto sociale ed economico del Paese. Natura e progresso si scontrano lacerando per sempre l'anima dell'antica Albione. Lucy Derrick è una giovane donna di buona educazione ma con scarse finanze. Dopo la morte dell'amato padre è costretta a trasferirsi, come ospite indesiderata, dal suo tirannico zio. In procinto di sposare un industriale locale del Nottinghamshire, la sua vita, miserabile e rassegnata, è improvvisamente stravolta dall'apparizione di uno sconosciuto, il famigerato poeta libertino Lord Byron, che si presenta a casa dello zio Lowell in evidente stato di alterazione chiedendole di «raccogliere le foglie» e non sposare Mr Olson. Sconvolta dalla scena e disorientata dal senso di quelle richieste, incapace di afferrare pienamente il senso di quello che sta accadendo, Lucy trova conforto nella misteriosa Mary Crawford che la inizierà ai segreti di un mondo in cui tradizione ed evoluzione si combattono fino all'ultimo sangue, un mondo in cui il confine tra magia e realtà è labile fino a quasi scomparire.


Recensione

Questo romanzo è un ibrido in quanto lo si può definire storico - fantasy. Esso intreccia Storia, amore e magia in un connubio perfetto e affascinante.


La storia è ambientata nel 1812, in una era che è conosciuta come Età della Reggenza. Questa è il periodo della Storia dell'Inghilterra che copre il decennio 1811 - 1820 e prende il nome dalla reggenza del Principe di Galles Giorgio Augusto Federico.


Il lettore incontra Lucy, una giovane di vent’anni, orfana di entrambi i genitori, che è costretta a vivere da anni con suo zio Lowell, un uomo sgradevole che apprezza solo il denaro e che non vede l’ora di liberarsi di lei per non doverla più mantenere. Lucy è una donna educata, ma anche ribelle. Desidera fortemente lasciare la casa, liberarsi del suo parente, liberarsi dalle convenzioni ed essere padrona di fare ciò che più le aggrada. A partire dalla scelta dell'uomo da sposare. Il periodo storico, però, non permette tutto ciò in quanto le donne si dedicano esclusivamente alla casa, ai figli e non hanno diritto di opinioni. Lucy invece si interessa alla situazione in cui versano i lavoratori nelle fabbriche, al basso salario che ricevono e allo sfruttamento che vivono sulla propria pelle. Ha le proprie opinioni e desidera manifestarle. Senza aver accettato e scelto di sposarsi, Lucy si ritrova fidanzata e in procinto di sposarsi con Mr Olson, il proprietario di una fabbrica che lei non ama. La vita della giovane cambia quando, a casa dello zio, si presenta il poeta libertino Lord Byron che esorta Lucy a non sposarsi. A partire da questo momento, Lucy si ritrova a compiere un lungo viaggio alla ricerca di un libro che potrebbe cambiare le sorti del mondo e scopre il dono della magia grazie a Mary Crawford.


L'autore trasporta il lettore in una epoca piena di contraddizioni e oscurità e lo fa curando ogni dettaglio, a partire dall'uso del linguaggio consono all'epoca per poi proseguire con le sue convenzioni e i dettami. Nel libro non mancano personaggi realmente esistiti come, ad esempio, il matematico e alchimista John Dee.


Un romanzo da scoprire pagina dopo pagina che emoziona, sorprende e soprattutto compie la magia più significativa per un buon lettore, lo trasporta nella storia e lo coinvolge totalmente.


 

Alcune note su David Liss

David Liss Nato nel New Jersey si è poi traferito in Florida dove per un certo periodo è stato venditore, porta a porta, di enciclopedie. Laureatosi alla Syracuse University e poi specializzatosi presso la Columbia University, ha quindi iniziato la sua attività di scrittore debuttando nel 2000 con il suo primo romanzo. Vive a San Antonio con la moglie e i figli.


TAG: #narrativa_straniera, #fantasy, #david_liss, #voto_cinque