top of page

RECENSIONE: Loro volevano essere noi (Jessica Goodman)




Autore: Jessica Goodman

Traduttore: Rosaria Di Stefano, Ersilia Serri

Editore: Time Crime, 2022

Pagine: 264

Genere: Narrativa straniera, Thriller, Young Adult

Prezzo: € 14.90 (cartaceo), € 9.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

A Gold Coast, Long Island, tutto sembra perfetto, dai costosi negozi del centro alle spiagge ben curate, alle uniformi stirate di Jill Newman e delle sue amiche. Ma come Jill ha scoperto tre anni prima, niente è come sembra. La sua migliore amica, la brillante e abbagliante Shaila Arnold, è stata uccisa dal suo ragazzo. Dopo quella notte di tragedia in spiaggia, Graham ha confessato, il caso è stato chiuso e Jill ha cercato di andare avanti. È l'ultimo anno del college e Jill è determinata a renderlo indimenticabile. Dopotutto, è un'anziana e una Player, un membro dell'esclusiva società segreta - anche se non così segreta - Gold Coast Prep. Ai giocatori senior spettano le migliori feste, i voti più alti e l'ammirazione di tutta la scuola. Questo sarà il suo anno. Ne è proprio sicura. Ma quando Jill inizia a ricevere messaggi che proclamano l'innocenza di Graham, i suoi sogni dell'ultimo anno perfetto iniziano a sgretolarsi. Se Graham non ha ucciso Shaila, chi l'avrebbe fatto? Jill giura di scoprirlo, ma scavare più a fondo potrebbe significare mettere a rischio le sue amicizie e il suo stesso futuro.


Recensione

La storia di questo thriller è ambientata nella Gold Coast Prep, un liceo per ricchi in cui tutti sanno cosa succede negli angoli più bui, ma di cui nessuno parla. Da anni c’è una specie di società, i Player, ragazzi che ogni anno vengono scelti tramite delle prove talvolta difficili, per poter avere accesso a materiale che gli potrebbe garantire le migliori università dell’Ivy League.


Nel gruppo non tutti sono messi sullo stesso livello, le ragazze sono quelle che hanno sempre la peggio, anche nella durate delle prove e, tre anni prima, una di loro è morta. Il colpevole hanno detto essere il suo fidanzato, ma così non è e adesso, nel suo ultimo anno di liceo, Jill è costretta a ripercorrere ciò che è successo alla sua migliore amica e scoprire chi è davvero l’assassino, perdendo tutto i privilegi per cui ha lavorato così tanto.


Il lettore si ritrova, così, a scoprire, insieme alla protagonista, nuove prove. Il tutto prestando attenzione a non venire scoperta e avvicinandosi a vecchi amici con cui da tempo erano stati tagliati tutti i ponti. A causa della sua indagine, Jill, perde delle amicizie, l’amore e molto altro. La ricerca della verità la isola e deve farsi più volte valere trovando dentro di sé una forza inaspettata.


Con alcune parti più scorrevoli e altre più lente e con una narrazione in prima persona da parte di Jill, l'autrice scrive un thriller molto soft in cui prevale molto il genere young adult.


Un romanzo che consiglio a tutti coloro che cercano una lettura leggera, senza troppe aspettative, che risulta ben scritta e che riesce comunque a catturare il lettore fino all'ultima pagina.

 

Alcune note su Jessica Goodman

Jessica Goodman è una caporedattrice di Cosmopolitan. Loro volevano essere noi è il suo debutto come autrice, seguito da They’ll Never Catch Us, di prossima pubblicazione in questa stessa collana.

Da questo romanzo, HBO Max sta adattando una serie tv che vedrà protagoniste Sydney Sweeney, star di Euphoria e la cantautrice Halsey al suo primo lavoro come attrice.


Comments


bottom of page