top of page

RECENSIONE: Nero come l'anima (Carlo Lucarelli, Massimo Picozzi)




Autore: Carlo Lucarelli, Massimo Picozzi

Editore: Solferino, 2022

Pagine: 496

Genere: Saggi, Criminologia

Prezzo: € 20.00 (cartaceo), € 11.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Ci sono storie nere che vivono da sempre nella nostra letteratura, come quella di Beatrice Cenci, immortalata da Stendhal, o quella dei presunti untori nella peste milanese, resa celebre da Manzoni. Ci sono personaggi di primo piano la cui vicenda umana si intreccia a una carriera criminale, da Christopher Marlowe a Cesare Borgia, da Benvenuto Cellini a Caravaggio. Ci sono delitti al femminile come quello di Mary Blandy, avvelenatrice del proprio padre per amore di un fidanzato dalla dubbia moralità, e Marie-Madeleine d’Aubray, che al marchese suo marito, appassionato di alchimia, avrebbe preferito un bel capitano di cavalleria. Ci sono esperienze sanguinarie capaci di raccontare epoche e culture, come le avventure di Marcantonio Bragadin, generale della Serenissima, e la vita cannibale di Sawney e Agnes Bean. Nei secoli d’oro dei viaggi di scoperta per mare non possono mancare i pirati, come lo spietato Jean-David Nau, noto come L’Olonese. E se si parla di vittime inquiete può capitare di incontrare spettri e fantasmi, come quello di Nellie Nailor, uccisa a tredici anni da una datrice di lavoro violenta, le cui urla hanno risuonato a lungo tra i binari della Farringdon Station a Londra. La nuova puntata della serie best seller di Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi sulla storia dell’omicidio ci porta nei secoli più affascinanti e nelle storie più romanzesche. Illuminate nei loro risvolti inaspettati e indagate con i metodi di oggi, diventano veri e propri appassionanti cold cases capaci di trascinarci in un viaggio nel tempo che è come il tunnel dell’orrore: emozionante, spaventoso, indimenticabile.


Recensione

Una delle paure dell'uomo è sicuramente legata a ciò che si nasconde dietro all’apparente normalità di una persona e che all'improvviso si rivela con tutta la sua forza brutale e la sua ferocia assassina. Qual è la molla che scatta dentro e che spinge a uccidere trasformandola in un mostro? Le risposte le possiamo trovare leggendo questo interessante saggio di criminologia.


Dopo il successo di Nero come il sangue, la coppia ormai consolidata Lucarelli e Picozzi, giallista e sceneggiatore il primo e psichiatra e criminologo il secondo, continua il suo viaggio nella terra oscura del crimine, attraversando i secoli e cercando di ripercorrere le strade buie e tortuose delle menti dei più grandi serial killer, degli autori dei delitti più efferati e di qualche inaspettata "celebrità": da Christopher Marlowe a Cesare Borgia, da Benvenuto Cellini a Caravaggio, da Mary Blandy a Marie-Madeleine d’Aubray, da Giulia Tofana alla Monaca di Monza, e da Marcantonio Bragadin a Sawney e Agnes Bean, solo per citarne alcuni. Queste storie ci dimostrano che non ci sono intelligenza, sensibilità, genere e classe sociale che possano essere esenti dall’orrore.


Sotto la lente dei due autori, ricade prima di tutto il movente che può essere di diverso tipo: passione, denaro, intrighi, puro piacere o delirio di potere. Un spinta così forte da togliere i freni alla razionalità e spalancare le porte alla malvagità, spingendo, chi ne è invaso, a oltrepassare quel confine sottile che separa la follia da una consapevole scelta del male.


In ogni storia, la scena del crimine viene ricostruita con grande attenzione, la stessa che viene utilizzata anche per descrivere il profilo delle vittime e dei loro carnefici, ma anche le armi che hanno scelto per colpire e tutti i personaggi che gli ruotano intorno.


La tendenza è allontanarsi sempre da ciò che si teme, ma chissà perché si resta sempre sull'uscio attratti dalla notizia di un omicidio che aumenta la curiosità quando questa resta irrisolto. Il mistero affascina e non perde mai il suo interesse a distanza di anni e secoli.

Detto ciò, è un libro che consiglio a tutti coloro che sono affascinati dalla criminologia e dalle menti instabili che la popolano.

 

Alcune note su Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli nato a Parma nel 1960, autore di fortunati romanzi gialli, alcuni dei quali divenuti serie televisive Rai, è stato autore e conduttore di programmi per la Rai (ricordiamo Blu notte, Misteri italiani, La tredicesima ora) e autore di programmi per Sky Arte HD (Muse inquietanti, Inseparabili). Per Solferino ha pubblicato L’incredibile, prima di colazione (2020) e Nero come il sangue (con Massimo Picozzi; 2021).


Alcune note su Massimo Picozzi

Massimo Picozzi nato a Milano nel 1956, laureato in Medicina e specializzato in Psichiatria, in Criminologia clinica, in qualità di consulente e perito si è occupato dei casi di cronaca nera più discussi degli ultimi anni. Dal 2009 conduce CSI Milano, spazio settimanale su Radio 105 all’interno del contenitore 105 Friends. È opinionista della trasmissione Quarto grado.

È autore di molti libri, tra cui ricordiamo Verbal Warrior. Il potere delle parole per disinnescare il conflitto (2020). Per Solferino ha pubblicato Nero come il sangue (con Carlo Lucarelli; 2021).


Comments


bottom of page