top of page

RECENSIONE: Una spia a regola d'arte (Federico Gregotti)




Autore: Federico Gregotti

Editore: Einaudi Ragazzi, 2023

Pagine: 160

Genere: Narrativa per ragazzi, Storia

Prezzo: € 12.00

Acquista: Libro



 

Trama

Durante l’occupazione nazista di Parigi, Rose Valland, conservatrice presso la Galleria dello Jeu de Paume, intraprende una missione pericolosissima per amore dell’arte. Ogni giorno, al museo, spia i traffici di quadri, statue e altre opere che i tedeschi conducono e redige precisissime schede in cui appunta ogni dettaglio del saccheggio perpetrato dai gerarchi. Sempre giocando d’astuzia, sempre rischiando la vita, perché ha davanti un nemico spietato. Alla fine della Seconda guerra mondiale, Rose si unisce ai Monuments Men, un gruppo di soldati alleati esperti d’arte, e li aiuta a recuperare, grazie ai suoi preziosi appunti, molti dei capolavori che i nazisti hanno sottratto e nascosto nei luoghi più insospettabili della Germania. Ed è proprio grazie all’eroismo di questa donna colta, coraggiosa e anticonvenzionale che oggi possiamo ammirare oltre quarantacinquemila opere che erano state trafugate. Un libro di narrativa per ragazzi dai 12 anni per lettori amanti di storie di spionaggio e di avventura. Un romanzo che parla di coraggio, di amicizia e di Resistenza raccontato attraverso lo sguardo di un’adolescente dei giorni nostri. Età di lettura: da 12 anni.


Recensione

Rose Valland è stata una curatrice museale francese, combattente della Resistenza che ha svolto un ruolo decisivo nel salvataggio e nel recupero di oltre 60.000 opere d'arte e oggetti vari trafugati dai nazisti dalle istituzioni pubbliche e dalle famiglie ebree durante l' occupazione.


Una donna coraggiosa che ha rischiato la sua vita per mettere in salvo quelle opere d'arte che amava tanto e che, ancora oggi, rappresentano una parte preziosa del patrimonio artistico della Francia.


L'autore, scrittore e insegnante valdostano, attraverso il dialogo nel presente tra una nonna e una nipote, richiama alla memoria una storia incredibile, quella di Rose Valland e di tutti gli altri funzionari che sparsi per l'Europa si impegnarono per salvaguardare il patrimonio artistico dalle brame di possesso di Hitler, artista mancato (venne rifiutato alla scuola d'arte di Vienna), desideroso di creare una collezione d'arte unica e invidiabile agli occhi di tutto il mondo. Hitler non si limitò, con la collaborazione dei suoi sostenitori, a trafugare opere d'arte a destra e a manca, il suo pensiero deviato lo portò a bruciare opere dei più grandi artisti delle Avanguardie, ritenute pericolosi esempi di arte degenerata.


Rose Valland dopo aver raccolto e trascritto ogni dettaglio utile del saccheggio perpetrato dai gerarchi nazisti, si unisce ai cosiddetti Monuments Men, un gruppo di soldati alleati esperti d'arte, e li aiuta a recuperare, grazie ai suoi preziosi appunti, molti dei capolavori che i nazisti hanno sottratto e nascosto nei luoghi più insospettabili della Germania.


Consiglio questo romanzo a tutti coloro che sono alla ricerca di uno scritto ben documentato che restituisce ai ragazzi un tassello fondamentale della nostra storia e lo fa costruendo una narrazione avvincente, avventurosa e che ha il sapore delle spy stories.


 

Alcune note su Federico Gregotti

Federico Gregotti (pseudonimo di Federico Zoja) è nato nel 1971 ad Aosta. Insegna Lettere nelle scuole superiori. Ha pubblicato diverse opere di narrativa ispirate a celebri personaggi del mondo dell’arte. Per Einaudi Ragazzi ha scritto Friedl e i bambini di Terezín e Una spia a regola d’arte.


コメント


bottom of page