RECENSIONE: Vivere mille vite. Storia familiare dei videogiochi (Lorenzo Fantoni)



Voto: 5/5

Autore: Lorenzo Fantoni

Editore: Effequ, 2020

Pagine: 288

Genere: Informatica, Videogiochi

Prezzo: € 15.00 (cartaceo), € 8.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook



Trama

Questo libro sulla storia dei videogiochi non ha alcuna pretesa di raccontare ogni avvenimento del medium che in pochissimo tempo è diventato il più ricco, diffuso, criticato, influenzato e culturalmente rilevante di tutti i tempi. Eppure, questo libro passa in rassegna le tappe fondamentali del percorso che ha portato quel sistema di intrattenimento a diventare una parte fondamentale della nostra cultura. Si parla in queste pagine di tecnologia e famiglia, di storia universale e personale, di scoperte continue, curiosità, notti insonni. Di genitori nerd che portano in casa un Atari in finta radica e che poi ti restano accanto, anche quando non ci sono più. Corredato di percorsi diversi per lettori diversi, e di una 'videoludografia ragionata' a corredo, questo tomo è un po' saggio e un po' memoir, come quei videogiochi di una volta, che mettevano insieme più elementi per poter regalare un'esperienza totale.


Recensione

Questo libro è un viaggio in cui l'autore ha imbastito una vera e propria avventura a bivi; è possibile seguire un percorso lineare dalla prima all'ultima pagina, ma non è obbligatorio. Il libro presenta percorsi multipli che conducono ad alcuni capitoli invece che ad altri, personalizzando l’esperienza di fruizione come solo un libro game sa fare. Chiunque può trovare la propria strada.

Un libro che risulta emotivo e sentimentale. Infatti, nelle sue pagine, l'autore inserisce non soltanto aneddoti personali ma, con grande eleganza e leggerezza, costruisce una storia delle forme di intrattenimento digitali da, circa, centotrenta anni a oggi. Quindi anche dal punto di vista storico è un libro valente perché riesce a insegnarti qualcosa senza apparire borioso, spocchioso o scolastico.

Si tratta di un libro intimo e rigoroso, a metà tra manuale e romanzo di formazione: intreccia blockbuster, console, app da scaricare, titoli da giocare in streaming con episodi della storia personale di Fantoni.

Il fascino di questo libro sta anche nel saper raccontare l’evoluzione dei videogiochi dal punto di visto scientifico e tecnologico alternandola alla crescita emotiva e di consapevolezza di chi in questi mondi alternativi ha sperimentato diverse esperienze, di chi ha vissuto le mille vite cui fa riferimento il titolo. Iniziando un percorso che nasce con i primi giochi elettronici nella prima metà del ‘900, arriviamo ai nostri giorni, in un parallelo tra scienza e diffusione del mercato dell’entertainment videoludico che è impossibile non sentire come un territorio comune tra autore e lettori. La lettura di questo libro è un’esperienza che, sicuramente, può essere maggiormente godibile da chi ha vissuto in prima persona gli eventi e i titoli citati dall'autore che imposta il volume come un libro game. Fantoni non dimentica però i lettori che non hanno un passato da gamer e, per loro, prevede una lettura vanilla, ossia quella lineare tipica di un libro, rifacendosi a un termine dell’informatica riferito a quei software privi di personalizzazione e fedeli alla forma originale del loro concepimento, nome derivato dal gelato alla vaniglia, il più diffuso e meno personalizzato.

Quando si legge questo volume si ha la sensazione di essere seduti al tavolo di una sala giochi con l'autore, vecchio amico con cui condividere ricordi e aneddoti della comune passione per i videogames. La chiave emotiva con cui Fantoni ci accoglie non solo nel mondo dei videogiochi, crea un legame empatico con il lettore, un background comune che rende l’esperienza imperdibile e appassionante.

Un volume, questo, che non può mancare nella libreria di un gamer appassionato e di coloro che vogliono scoprire in modo diverso e appassionante cosa si nasconde nei mondi di pixel. Un viaggio affascinante ed emozionante reso tale dall’onestà e trasparenza con cui il giornalista ci accoglie nella sua passione, aprendosi con noi come si farebbe con degli amici.



Alcune note su Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni, classe 1981, giornalista e scrittore freelance, da anni si occupa di cultura pop/tech collaborando con numerose testate. Cura la trasmissione Radio Player One dedicata ai personaggi più importanti della cultura pop moderna e ha collaborato a programmi e documentari sulla cultura nerd con Sky e DMAX. È direttore della rivista N3rdcore.


TAG: #informatica, #videogiochi, #lorenzo_fantoni, #voto_cinque

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti