RECENSIONE: Aucun (Giovanni De Rosa)

Aggiornamento: 24 dic 2021



Voto: 4.5/5

Autore: Giovanni De Rosa

Editore: Nulla Die, 2021

Pagine: 155

Genere: Narrativa italiana, Narrativa moderna e contemporanea, Thriller

Prezzo: € 15.00

Acquista: Libro


 

Trama

Parigi. Philip è un giovane uomo di bell'aspetto, affermato professionalmente. Un seduttore infallibile: la sua audacia e sfrontatezza con l'altro sesso vengono spesso premiate, permettendogli di creare un "harem ideale", dove riesce a frequentare le une all'insaputa delle altre. D'improvviso due donne che appartengono alla cerchia delle sue frequentazioni vengono uccise in modo brutale. Ogni indizio porta alla sua colpevolezza. L'avvocato Tapie, ingaggiato in sua difesa, scorge delle incongruenze, e comincia un'indagine parallela con l'aiuto di un'agenzia investigativa. Emergono una serie di profili di personaggi potenzialmente coinvolti nel crimine. Il lettore entrerà in ognuno di essi, nelle loro fragilità confondendo il torto e la ragione, come in una guerra dove non ci sono né vincitori né vinti, dove tutti sono potenziali colpevoli ma anche innocenti, provati dalla vita e quasi giustificati nel loro agire. Ma la verità, anche se scomoda, sconvolgente e inaspettata emergerà come sempre.


Recensione

Questo è il secondo romanzo che leggo di questo autore, sorrentino di nascita e veneto di azione, ormai esperto del genere thriller. Il suo primo romanzo dal titolo Onice Nera ha avuta una buona recensione da parte mia che potete trovare qui https://www.dallacartalloschermo.com/post/recensione-onice-nera-giovanni-de-rosa

Anche in questo caso ci troviamo davanti ad un ottimo thriller psicologico che tieni incollati e capace di confondere il lettore su chi sia il vero colpevole.

Il libro è ambientato in Francia ai giorni nostri, durante il periodo della pandemia che ha coinvolto l’intero pianeta. Philip, uno dei personaggi, si ritrova rinchiuso dentro un carcere per l’omicidio di due donne: Pamela e Angela. La prima cerca in tutti i modi di dimenticare il vecchio amore avuto con un pusher per poter ricostruire una vita e ritrovare sé stessa. La seconda invece è in cerca di un amore travolgente e appagante. Entrambe le ragazze hanno un appuntamento, nello stesso ristorante, con Philip che si ritiene innocente, ma che resta il principale accusato. Tra gli amici di costui, il lettore incontra Arthur, l’amico fedele fin dai tempi della scuola che veniva deriso e preso in giro per la sua stazza. Arthur è anche colui che riporta sempre a casa gli altri dopo una notte brava. Totalmente diverso da Philip che beve come una spugna e che si vanta senza ritegno. Dalle indagini svolte da un detective, assoldata dall’avvocato difensore di Philip, emergono vari profili che possono essere coinvolti con le morti. Uno di questi è un misterioso Aucun.

Una trama intrigante che coinvolge fino alla fine il lettore che non può far altro che immedesimarsi in ognuno dei personaggi descritti, carpire i loro pensieri e soprattutto cercare di comprendere chi è il vero assassino.


Alcune note su Giovanni De Rosa

Giovanni de Rosa, sorrentino di nascita e veneto di adozione, è autore di numerosi romanzi. Con Nulla Die ha pubblicato Questa è la vita che voglio e Onice Nera


TAG: #narrativa_italiana, #narrativa_moderna_contemporanea, #thriller, #giovanni_de_rosa, #voto_quattro_mezzo