RECENSIONE: Chi ama non dimentica. Memories (Antonella Carullo)



Voto: 4.5/5

Autore: Antonella Carullo

Editore: Porto Seguro Editore, 2020

Pagine: 336

Genere: Narrativa italiana, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 16.90

Acquista: Libro



Trama

A trent'anni Antonella Caruso eredita un misterioso manoscritto fattole arrivare da un bisnonno mai conosciuto, Don Peppino Caruso, detto "Il Cavaliere", che destina a lei - e a lei soltanto - un romanzo anonimo dal titolo emblematico: Chi ama non dimentica. Gli impensabili segreti di una famiglia frammentata sono, forse, nascosti all'interno di quelle pagine e, dunque, non le rimane altro che iniziare a sfogliarle... Una storia nella storia fatta di calcio, inganni, tradimenti, camorra, morte e, soprattutto amore. Amore e fede oltre ogni limite, in un crescendo di colpi di scena che vi lascerà senza fiato.


Recensione

Questo romanzo può essere classificato come un metaromanzo, infatti riguarda la storia di Antonella Caruso, trentenne napoletana che il giorno del suo trentesimo compleanno riceve inaspettatamente l’invito di un notaio. Le è stato fatto un lascito dal bisnonno: un romanzo anonimo dal titolo Chi ama non dimentica. Grazie ad esso, la donna conosce tre uomini, rispettivamente il presidente, il mister e il numero dieci della Dinamo Partenope, una squadra di calcio.

Paco, l'allenatore della squadra che vede come presidente Antony, il nonno di Antonella, è sposato con Gaby e hanno un figlio. I due coniugi vivono una crisi a causa del tradimento di lui. Da questo evento si generano eventi a catena che sconvolgono l'esistenza della famiglia.

Nella Partenope gioca Cardillo, un ragazzo pieno di talento, dal carattere spumeggiante e allegro, è impulsivo e ostenta una sicurezza circa le proprie capacità di calciatore che non lo rendono sempre simpatico a tutti. La voglia di sfondare e di poter alzare il tenore dell'esistenza sua e della propria umile famiglia, lo portano a fare scelte un po' azzardate, che diventeranno decisamente sbagliate quando si innamorerà di una ragazza dal passato triste e complicato, Serena, la quale è da tempo nel tunnel della droga.

Cardillo vuol tirarla fuori da quest'incubo e, per raggiungere il suo pur nobile scopo, non esiterà a sporcarsi le mani.

Infine c'è il filone narrativo principale che riguarda i Caruso.

Al centro c'è uno dei figli di Don Peppino, Antony, il quale, non volendo sobbarcarsi gli oneri del pastificio paterno, decide di tentare fortuna negli States.

Il fato gli mette accanto, in aereo, un napoletano simpatico e chiacchierone, Carmine. I due coetanei fanno amicizia e condividono parte del soggiorno in America.

In seguito ad un tragico evento, i destini dei due giovani si intrecciano e danno vita ad una serie di vicissitudini incredibili e di segreti impensabili, inganni e bugie perpetrate per anni.

Antony torna di nuovo a Napoli ma le esperienze vissute in America restituiscono alla sua famiglia un uomo decisamente diverse da quello partito anni prima che prende decisioni discutibili, non sempre eticamente accettabili.

Le parabole di caduta e riscatto dei protagonisti si susseguono: camorra, droga, prostituzione, amori, gelosie, tradimenti, incidenti, malattie, ricatti, scambi di persona…In poco più 300 pagine, nulla è risparmiato al lettore, fino al colpo di scena finale.

Per quanto riguarda lo stile di scrittura risulta semplice con predilezione per l’uso di dialoghi e di frasi brevi.

La psicologia dei personaggi e la loro capacità di elaborare rivelazioni sconvolgenti risultano appena delineate, tormenti o conflitti interiori sono rari e poco approfonditi.

Un romanzo che si legge con piacere grazie alla trama molto trascinante e ai colpi di scena. Un libro in cui la vera protagonista è la città di Napoli, con le sue atmosfere e la passione per il calcio.



Alcune note su Antonella Carullo

Antonietta Carullo, da sempre chiamata Antonella, è nata a Napoli il 13 novembre 1963; attualmente è in servizio all’Agenzia delle Dogane e Monopoli. Ultima figlia di Giuseppe Carullo, poeta, scrittore, giornalista, autore di canzoni e riviste per l’avanspettacolo, ha pubblicato due raccolte di poesie paterne: Le stagioni del poeta (2015) e Nustalgia (2019). Esordisce come scrittrice nel 2016 vincendo, per la narrativa, il Premio Città di Napoli -Memorial Libero Bovio.


TAG: #narrativa_italiana, #narrativia_moderna_contemporanea, #antonella_carullo, #voto_quattro_mezzo

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti