RECENSIONE: La signora degli Appalachi (Ben Montgomery)

Aggiornamento: 17 mar




Autore: Ben Montgomery

Editore: Terre di Mezzo, 2021

Pagine: 288

Genere: Narrativa straniera, Escursioni

Prezzo: € 16.00

Acquista: Libro


 

Trama

Emma Gatewood è la prima donna ad aver percorso da sola l’Appalachian Trail, lungo la costa orientale degli Stati Uniti, e la prima persona ad averlo fatto per tre volte. La sua è una storia unica: cresciuta in una fattoria, madre di undici figli, ormai nonna, un giorno del 1955 esce per una passeggiata (così dice), con duecento dollari in tasca e un cambio di vestiti. Sei mesi dopo arriva sul Mount Katahdin, nel Maine, avendo percorso 3.300 chilometri a piedi. Grandma Gatewood ha risvegliato l’interesse di tanti per il Sentiero.


Recensione

Questo libro narra la storia della prima donna ad aver percorso da sola i 3.300 Km che dalla Georgia arrivano al Maine attraverso 14 stati americani e ad averlo fatto per ben altre due volte. Una storia straordinaria e avvincente.


Emma Gatewood, undici figli, ventitré nipoti e due bisnipoti, si mette in marcia un giorno di maggio del 1955 a 67 anni con 200 dollari e un cambio di vestiti. Cammina per ben sei mesi lungo la costa orientale degli States, scavalcando montagne, perdendosi in foreste sterminate, dormendo sotto le stelle e schivando orsi e serpenti a sonagli. Tutto ciò che ha sempre desiderato fare.


Impresa che la donna non ha mai annunciato alla sua famiglia e che saluta con un banale “vado a fare due passi”, in seguito sparisce per settimane. Il peregrinare improvvisato e poco attirato attira l’attenzione dei media americano che cominciano a seguire l’avventura di questa strane e coraggiosa donna. Ribattezzata Grandma Gatewood finisce sui giornali e riviste e diviene un simbolo di libertà e vita fuori dagli schemi.


Il lettore, leggendo questo libro, scopre però che Emma, come tutti gli eroi, convive con dolori, fragilità e vulnerabilità che rendono ancora più speciale la sua impresa. La donna è stata vittima per moltissimi anni di violenza domestica e ha avuto il coraggio di abbandonare il marito, dichiarandosi poi nelle interviste alla stampa, semplicemente una “vedova”. Basta questo per intuire la forza di Emma e anche le sue scelte, il riuscire a fare a meno del superfluo, metaforicamente e concretamente, voltare pagina e iniziare un cammino da sola di migliaia di chilometri nella natura più selvaggia dei Monti Appalachi, tra orsi neri, serpenti, uragani, senza mai fermarsi, con la pioggia o con il sole.


Il ritratto della personalità di Emma Gatewood che ci regala l’autore, grazie a un inedito accesso ai suoi diari e corrispondenze, fa amare di lei il coraggio, la sua incredibile determinazione, il suo atteggiamento di perpetua fiducia nel cammino, nonostante le intemperie affrontate tra cui due veri e propri uragani. Emma è arrivata alla fine del suo cammino sul Monte Katahdin, nello stato del Maine, con tre paia di scarpe consumate, 10 kg in meno e avendo percorso una media di 30 km al giorno con uno zaino del peso di 10 kg.

Libro vincitore dell’Outdoor Book Award che mette al centro la storia di una donna forte che non si lascia piegare dagli eventi e che intraprende un grande impresa.

Molto interessante l’appendice curata da Ilaria Canali, antropologa ed escursionista, per progettare l’Appalachian Trail.


Una storia tutta al femminile che consiglio di leggere per scoprire questa donna tanto folle quanto straordinaria.


 

Alcune note su Ben Montgomery

Autore e reporter finalista al Premio Pulitzer 2010, si occupa tra l’altro di discriminazione, parità e abuso.

Nel 2018 ha vinto il National Headliner Award per l’innovazione in campo giornalistico per un’indagine sulle sparatorie della polizia in Florida.

È uscito, per Terre di mezzo Editore, La signora degli Appalachi (2021).


TAG: #narrativa_straniera, #escursioni, #ben_montgomery, #voto_cinque