top of page

RECENSIONE: Destinazione Natale (Laura Bonalumi)






Autore: Laura Bonalumi

Editore: Ancora, 2023

Pagine: 96

Genere: Narrativa per ragazzi

Prezzo: € 14.00

Acquista: Libro


 

Trama

Giovanni, 17 anni, prende tutte le mattine il noioso treno delle 7:07 per andare a scuola, quando un giorno vede salire lei, bellissima e inarrivabile, con una sciarpa arcobaleno a illuminare le mattine buie. Ma come fare ad avvicinarsi a lei? A conoscerla? A farla innamorare? Forse si può iniziare da un biglietto… un biglietto al giorno. E visto che manca solo un mese a Natale, un biglietto al giorno ispirato da atmosfere natalizie. Una storia d'amore sotto l'albero tra due teenager per scoprire insieme la magia e le tradizioni del Natale. Età di lettura: da 13 anni.


Recensione

Terzo romanzo che leggo di questa brava autrice che scrive principalmente narrativa per ragazzi spaziando su diverse tematiche: in Due minuti di felicità (https://www.dallacartalloschermo.com/post/recensione-due-minuti-di-felicita-laura-bonalumi) tratta la solastalgia, in A piedi scalzi (https://www.dallacartalloschermo.com/post/recensione-a-piedi-scalzi-laura-bonalumi) si concentra sulla figura di un padre francescano, in Bianco (https://www.dallacartalloschermo.com/post/recensione-bianco-laura-bonalumitrasporta) il lettore in un mondo post apocalittico. Questo nuovo lavoro, invece, è dedicato tutto al Natale. L'autrice, con questo libro, fa il suo personale calendario dell’Avvento, adatto ovviamente a tutti i ragazzi.


Il protagonista di questo romanzo è Giovanni che prende tutti i giorni il treno affollato delle 7.07. L'ultimo giorno di novembre, il ragazzo incontra nel vagone una bellissima ragazza dalla sciarpa arcobaleno e subito se ne innamora. Da quel giorno inizia una caccia al tesoro per poterla incontrare nuovamente. Con la complicità del capotreno, Giovanni scrive alla ragazza, che chiama E, raccontando di sé e della magia del Natale. Nessuna risposta fino al 6 dicembre quando l'uomo in divisa consegna al ragazzo una lettera che contiene un secco due di picche. Giovanni però non demorde e continua a scrivere. Si scopre che Emma, così si chiama la ragazza, odia il Natale a causa di un trauma. Come si può prevedere, la storia ha un lieto fine, il 25 dicembre i ragazzi riescono finalmente a incontrarsi, ma scoprono anche che il capotreno non è chi dice di essere.


Un romanzo scritto magnificamente, con una trama semplice, ma molto toccante. Un libro pieno di sentimento, di amore e di calore come ci piace leggere in questi giorni dell’anno.


 

Alcune note su Laura Bonalumi

Laura Bonalumi, dopo una lunga esperienza nel settore pubblicitario, ha scoperto la passione per la scrittura ed è diventata autrice di libri per ragazzi. Vive in provincia di Milano e viaggia molto per incontrare i suoi lettori. Con Il Battello a Vapore ha già pubblicato Il lago del tempo fermo, Voce di lupo, Ogni stella lo stesso desiderio (Premio Castello di Sanguinetto), Bianco e A piedi scalzi. Con Ancora ha pubblicato Destinazione Natale.


Comments


bottom of page