RECENSIONE: Gli ansiosi si addormentano contando le apocalissi zombie (Alec Bogdanovic)

Aggiornato il: feb 18



Voto: 3/5

Autore: Alec Bogdanovic

Editore: Rogas Edizioni, 2020

Pagine: 124

Genere: Narrativa italiana, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 13.70 (copertina), € 8.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook



Trama

La depressione è il male della nostra epoca. È la malattia più diffusa al mondo ed è la più temuta dopo il cancro. Il nostro anti-eroe ci si imbatte nell'adolescenza e cerca di liberarsene con la disciplina e il metodo di un ricercatore, peccato che la cavia da laboratorio sia lui stesso. Finirà così per autocondannarsi a un'interminabile escalation di sfortune e miserie umane: queste daranno corpo a un romanzo di formazione in cui tragedia e commedia si intersecano e fondono fino a diventare del tutto indistinguibili.


Recensione

Questo romanzo segna l’esordio dell’autore italiano di origini bulgare Alec Bogdanovic. L'autore, nato a Sofia nel 1992, all’età di 6 anni si trasferisce a Roma con i suoi genitori adottivi. Dopo aver lavorato nell’editoria come traduttore ed editor, debutta nel 2020 come scrittore.

L'autore riesce nella nobile e ardua impresa di essere attuale e, con abilità, dosa e diversifica con equilibrio periodi di attesa, dati da sospensioni intriganti nella narrazione, e vere e proprie pause narrative, intermezzi colorati di sarcasmo pungente. Per questa composizione armonica, questo lavoro si lascia apprezzare da ogni tipo di lettore, tanto dagli amanti dei libri lenti, quanto dagli estimatori dei racconti brevi e intensi. Un romanzo di formazione quello scritto da Alec Bogdanovic. La scenografia sociale è rubata dalle memorie di una quotidianità assolutamente tipica, una normalità che assume le tinte tragiche della depressione, la malattia che colpisce in modo crudele e inesorabile soprattutto chi riesce ad avere una cognizione chiara dei perché delle difficoltà della vita. Gli accadimenti vengono filtrati da videogiochi, terapie psicologiche, saggi di sociologia, teorie economiche. Il linguaggio é parecchio crudo e ciò per diversi lettori potrebbe sicuramente essere un problema. Nel complesso un romanzo che ho apprezzato, che fa sorridere a un primo livello ma in fondo lascia l’amaro in bocca. Un romanzo crudo e veritiero che porta a riflettere sulla malattia mentale. Un solo appunto, non sono riuscito a comprendere se la sagace ironia dell'autore è funzionale allo scorrimento della storia o sono invece pensieri reali dell'autore. In quest'ultimo caso piuttosto razzisti e sessisti. Nonostante tutto un romanzo assolutamente da leggere per comprendere meglio il delicato mondo dei Millenials.


Alcune note su Alec Bogdanovic

Alec Bogdanovic è uno scrittore italiano. Nato a Sofia nel 1992, all’età di 6 anni si trasferisce a Roma con i suoi genitori adottivi. Dopo aver lavorato nell’editoria come traduttore ed editor, debutta nel 2020 col suo romanzo d’esordio Gli Ansiosi si Addormentano Contando le Apocalissi Zombie per la Rogas Edizioni.

Sito: https://www.alecbogdanovic.com/


TAG: #narrativa_italiana, #narrativa_moderna_contemporanea, #alec_bogdanovic, #voto_tre


18 visualizzazioni0 commenti