RECENSIONE: Il buongiorno si vede dal croissant (Camille Andrea)

Aggiornamento: 11 giu




Autore: Camille Andrea

Traduttore: Federica Merati

Editore: Garzanti, 2022

Pagine: 272

Genere: Narrativa straniera, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 17.90 (cartaceo), € 9.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Pierre è un uomo di successo. La sua azienda, Happy Croissants, produce dolci venduti in tutto il mondo e aiuta le persone a cominciare la giornata con il sorriso. Pierre, invece, non sorride da molto. Non sa più cosa sia la felicità. Tutto, intorno, gli appare grigio, persino il poco tempo che passa con la famiglia. Fino al giorno in cui si ferma per caso a un chiosco. E proprio lì succede qualcosa che cambia il suo futuro. L'anziano venditore gli fa una proposta: assaggiare una colazione capace di migliorare la vita. Pierre se ne intende di brioche, e non crede alle parole dell'uomo. Eppure, ogni giorno ritorna al negozio e ascolta i consigli dell'ambulante; per esempio che nella vita c'è un'unica occasione e non va sprecata lamentandosi; o che il fallimento non è un errore, ma la strada per diventare chi si vuole essere; o ancora che non bisogna dare per scontato chi abbiamo accanto, perché è in loro che troviamo la forza di affrontare gli ostacoli. Mattina dopo mattina, Pierre prova a mettere in pratica questi insegnamenti e sente qualcosa risvegliarsi dentro di sé. Il sorriso che per lui era solo la forma dei croissant prodotti dalla sua azienda diventa parte delle sue giornate. Perché dare una svolta alla propria esistenza non solo è possibile, ma è un dovere. Il sole, il suono dell'acqua che scorre, l'odore della pioggia, il frusciare del vento, l'amore, l'amicizia sono un regalo che necessita di cure. Rendere grazie per le piccole cose è il primo passo per godersi appieno le gioie più immense. Il romanzo che ha convinto i lettori e i librai francesi.


Recensione

Dietro ad un titolo frivolo si nasconde un libro che, senza troppe pretese, insegna molto e soprattutto si fa portatore di un messaggio importante: il cambiamento è possibile se lo si desidera con tutto il cuore.


Il personaggio principale, Pierre, sembra non avere più interessi e scopi, più nulla lo attrae, ma, nonostante ciò, un giorno per caso, la vita gli riserba una bella sorpresa.


Un personaggio sicuramente ben costruito, dalla personalità molto forte; apparentemente Pierre è un uomo di successo, ma dietro a quel suo modo di apparire, si nasconde una forte fragilità. Il successo, i soldi, i dolci, sono solo degli escamotage creati per nascondere ciò la sua vera natura.


L’incontro con un anziano è uno scontro con la realtà che spinge Pierre ad interrogarsi sulla sua vita e ad agire, cercando di cambiarla, ma non per fare contenti gli altri, ma se stesso.

d è così che l’autrice cambia la prospettiva di vita di chi legge, dando un grande messaggio: non è mai troppo tardi per essere felici e soprattutto per cambiare, soprattutto se si desidera farlo.


Questo è un libro semplice ed intuitivo che si legge in poco tempo, senza troppe difficoltà.

È una storia dalla quale si impara molto e soprattutto permette di riflettere. Spesso si danno per scontate molte cose, anche semplici episodi di vita quotidiana e ovviamente ciò risulta errato


Essere ancorati ad una determinata condizione, abituandosi a vivere in quel modo, senza stimoli, quasi privi di emozioni, così come Pierre, è deleterio e con questo libro il messaggio è chiaro.

Una lettura diversa, che si legge tutta d’un fiato e che aiuta a pensare solo a cose belle e positive.


Per il lettore, immedesimarsi nel protagonista principale è molto facile, data la perfetta caratterizzazione del personaggio; si tratta di un uomo ostinato, ambizioso che ha lottato duramente per raggiungere i propri obiettivi ma non si è ancora reso conto di aver perso qualcosa di molto importante: la gioia.


La storia può sembrare a tratti surreale, ma appare sin dall’inizio molto divertente e avvolta da un’immane dolcezza. La vicenda dà speranza e si colora di emozioni e suggestioni diverse, pagina dopo pagina, senza mai deludere le aspettative di chi legge, con razionalità, verità e molta padronanza narrativa.


Un libro adatto ad ogni lettore, soprattutto a chi desidera leggere una storia che non sia troppo complicata, i cui episodi, sentimenti, attività quotidiane, possono essere comuni a tutti.


 

Alcune note su Camille Andrea

Dietro lo pseudonimo Camille Andrea si nasconde una grande firma della letteratura francese, di cui tutti ignorano l’identità, lettori e editore compresi. Una cosa, però, è certa: qualunque sia il suo vero nome, il suo romanzo è più irresistibile di un croissant appena uscito dal forno.


TAG: #narrativa_straniera, #narrativa_moderna_contemporanea, #federica_merati, #camille_andrea, #voto_quattro