RECENSIONE: Il profumo dei fiori di zafferano (Clare Marchant)




Autore: Clare Marchant

Editore: HarperCollins Italia, 2021

Pagine: 400

Genere: Narrativa straniera, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 16.90 (cartaceo), € 5.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

1538. Eleanor ha appena sposato il ricco vedovo Greville Lutton e si è trasferita nella sua ricca tenuta nel Suffolk. Con sé, ha i semi di una pianta preziosa come l'oro, lo zafferano. Le è stato donato dai monaci e coltivarlo le dà un senso di pace e serenità. In poco tempo, il suo zafferano diventa il preferito alla corte di Enrico VIII. Ma la fama e la fortuna hanno un prezzo, e il favore del re potrebbe non durare per sempre...

2019. Amber sta passando un momento difficile della sua vita e ha deciso di trasferirsi per un po' nell'antica tenuta del nonno, nella campagna inglese. Si occuperà dell'immensa biblioteca. Ed è proprio lì che scopre un libro misterioso. All'interno è custodito un fragile fiore di zafferano, ma anche un oscuro segreto: la storia di una donna che dal passato sta cercando di dirle qualcosa...


Recensione

Il romanzo si sviluppa su due diverse linee temporali. Da un lato la narrazione è ambientata nell’Inghilterra del 1500, in pieno periodo Tudor, dall’altro invece è ambientata sempre in Inghilterra, ma nel 2019. L’autrice è riuscita perfettamente ad intrecciare le due storie narrate, tanto che nel corso della lettura sembra quasi che le vite delle due protagoniste si svolgano parallelamente e non a secoli di distanza.


Eleonor è una giovane nobildonna che, dopo la morte del padre, viene espropriata di ogni sua ricchezza e data in sposa a Lord Greville, un ricco commerciante che non ha mai visto prima. Dopo il matrimonio, non soltanto sarà costretta a lasciare il posto che ha sempre considerato casa sua, ma si ritrova anche a dover ricoprire il ruolo di moglie, madre e amministratrice delle proprietà del marito. Col passare del tempo, la donna, apprezza la sua nuova vita ed impara ad amare Greville, che si dimostra essere un uomo e un padre buono e amorevole. Dato i suoi rapporti a corte, l’uomo, manca spesso da casa, lasciando così per lunghi periodi sua moglie ad occuparsi da sola dei figli e della tenuta. Per ovviare alla monotonia, Eleonor, decide di piantare nella sua proprietà una particolare qualità di bulbi di zafferano, così da creare una sua riserva personale. Col tempo il suo duro lavoro viene apprezzato anche dal marito che inizia a commerciare questa rara spezia. Però la vita tranquilla e serena della famiglia viene presto travolta dai particolari stravolgimenti economici, ma soprattutto religiosi che investono il regno e la sua corte. Nel momento di maggior pericolo, la donna, mette da parte tutte le sue paure e trova la forza di affrontare i terribili pericoli e le prove che il destino mette sul suo cammino.


A seguito della prematura scomparsa della figlia, Amber decide di rifugiarsi a Saffron Hall, la tenuta di campagna di suo nonno, nella speranza di ritrovare un po’ di pace. Durante la sua permanenza si occupa di catalogare la grande mole di libri presenti nella biblioteca e, nel farlo, trova un antico libro risalente al 1500, appartenuto ad una donna di nome Eleonor. Colpita da uno messaggio dal significato enigmatico, Amber si immerge nella lettura del diari per scoprire qualcosa in più sulla storia di Eleonor, verso la quale sente uno strano legame. Amber infatti è convinta che, solamente se riesce ad arrivare a capo del segreto custodito per secoli dalla sua presunta antenata, riesce finalmente a trovare pace.


In questo romanzo, attraverso le storie delle due protagoniste, l’autrice tratta con tatto e sensibilità un tema molto difficile come la perdita di un figlio.


Il libro è basato sui sentimenti, sulle emozioni, sull’amore, sull’accettazione del dolore e sul mai perdere la speranza, sulla forza di affrontare ogni giorno il mondo anche quando non sai mai cosa aspettarti.


La scrittura risulta fluida e scorrevole alternando capitoli nel presente con capitoli nel passato fino alla conclusione. Romanzo consigliato a chi cerca una storia intensa e commovente scritta in modo originale.


 

Alcune note su Clare Marchant

Clare Marchant. Inglese, nata e cresciuta nel Surrey, fin da bambina sognava di fare la scrittrice, e per questo ha conseguito una laurea in Storia e una specialistica in Studi sulla donna. Dopo aver trascorso diversi anni a Londra, si è trasferita nel Norfolk, dove ha frequentato dei corsi per diventare orefice e dove vive attualmente insieme al marito e ai due più piccoli dei suoi sei figli. Ora si dedica a tempo pieno alla scrittura, e trascorre i fine settimana a soddisfare le sue curiosità sulla Storia, esplorando castelli e monasteri in rovina o visitando le splendide coste della regione insieme al suo schnauzer nano di nome Fred.


TAG: #narrativa_straniera, #narrativa_moderna_contemporanea, #clare_marchant, #voto_quattro