RECENSIONE: Il talento di Paul Nash (Tom Drury)

Aggiornamento: 11 giu




Autore: Tom Drury

Traduttore: Daniele Serenza

Editore: NN Editore, 2022

Pagine: 368

Genere: Narrativa straniera, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 20.00 (cartaceo), € 9.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Paul e sua moglie Mary, eccezionale falsaria, non vivono più negli Stati Uniti da quando lui ha testimoniato contro l'organizzazione criminale guidata dal lunatico Carlo Record, detto Tenaglia. I due hanno cambiato nome e gestiscono un albergo in Belgio, ma tornano spesso in patria, pur sapendo che gli uomini di Carlo sono sulle loro tracce. Mosso dalla nostalgia, Paul lascia Mary e trova lavoro come giornalista ad Ashland, dove i vecchi amici del passato Loom e Alice gli offrono di vivere nel cottage accanto alla loro proprietà. Ma neanche lì Paul riesce a trovare pace: si innamora di Alice e viene scoperto dagli uomini di Carlo che minacciano di ucciderlo a meno che lui non riesca a rubare un quadro di John Singer Sargent, Il torrente nero. Ma il quadro non si trova e, per salvare Mary, Paul è costretto a un'ultima, illecita impresa. ll talento di Paul Nash è la storia di un criminale per caso, un eroe errante che va incontro al proprio destino come spinto da stelle sbadate. Abbandonata la quiete di Grouse County, Tom Drury racconta il mistero e la meraviglia che si nascondono sotto la superficie dell'esistenza. E con lucida ironia e impareggiabile eleganza ci rivela che, nel caos del mondo, è possibile rinunciare a ogni certezza e cominciare finalmente a vivere.


Recensione

Può succedere che si vuole cambiare vita, perché non si sa cosa si vuole e si tenta di azzardare nuove soluzioni. Al contrario succede che proprio chi sa benissimo cosa vuole, perché ha un talento speciale, decide di cambiare vita perché la prima, seconda o terza non lo soddisfano completamente. E ancora, capita che si cambi vita per una distrazione, una svista, per non aver dato la giusta importanza ad un evento, ritenendolo poco significativo. Lo scrittore Tom Drury fonda questo nuovo corposo romanzo appunto su una fatale disattenzione.


A commetterla è Paul Nash, il protagonista assoluto del libro.


Nelle prima righe Paul ci viene presentato come un uomo normale, una persona qualunque, attributi che risultano ben presto non più adatti. Sposato, contabile dipendente di un’azienda privata controllata da una multinazionale, moglie pittrice, Paul nato e vissuto con Mary a Providence negli States, da sei anni ha trasferito la famiglia in Belgio, dove gestisce un albergo nelle Ardenne. Che cosa è successo che ha provocato questo cambiamento? Paul si è distratto e, nonostante le sue doti, si è trovato catapultato in una storia da cui lui e tutti coloro che avvicinano vengono fagocitati. Paul dimostra di avere palesemente bisogno di aiuto, sembra anche cercarlo talvolta, ma arrivato ad un passo dall’accogliere il sostegno che gli serve, non lo riconosce o non lo vuole. Dal Belgio in poi, abbandonata purtroppo la moglie, percorre sentieri innumerevoli, incontrando e narrandoci storie di ogni tipo.


L’autore è un bravo narratore coinvolge ed eccita il lettore grazie alle vicende curiose dei suoi personaggi. Nonostante ciò, ho trovato che, in alcuni punti, la storia appare non lineare e poco scorrevole.


Un romanzo che consiglio a chi cerca una storia poco convenzionale e sicuramente poco reale o comunque che tocca una realtà che riguarda pochi.


 

Alcune note su Tom Drury

Tom Drury è nato in Iowa nel 1956. Dopo aver insegnato nelle università americane, attualmente è docente all’università di Lipsia, e vive a Berlino. La fine dei vandalismi, il suo primo romanzo, è uscito negli Stati Uniti nel 1994 ed è stato subito acclamato come miglior libro dell’anno dalle maggiori testate americane. Uscito a puntate sul New Yorker, ha ricevuto il premio come Notable Book dell’Ala, l’associazione delle biblioteche americane. NN Editore pubblicherà tutti i libri della trilogia ambientata a Grouse County.


TAG: #narrativa_straniera, #narrativa_moderna_contemporanea, #daniele_serenza, #tom_drury, #voto_tre_mezzo