top of page

RECENSIONE: Operaprima (Simone Salomoni)




Autore: Simone Salomoni

Editore: Alter Ego, 2023

Pagine: 176

Genere: Narrativa italiana, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 17.00

Acquista: Libro


 

Trama

Monghidoro, Appennino bolognese. Un pittore quarantenne è intento a preparare la mostra che dovrebbe lanciarne la carriera quando Marie Bertrand – avvocato e madre di Simone Salomoni – affitta per l’estate la porzione di casa adiacente alla sua. Marie e Simone subiscono una forte fascinazione per l'uomo, ma è soprattutto l’adolescente ad aprirsi con lui. Confessa gli abusi patiti in passato e un presente di autolesionismo e sessualità promiscua. Spalanca la profonda caverna del suo io permettendo al pittore di leggere i propri racconti. L’artista si trova così costretto a scegliere fra la voglia di farsi cura per Simone – diventandone mentore e guida – e il bisogno di ritrovare il vigore sessuale e l’ispirazione perduti. "operaprima" gemma dal caos dove tutte le forme tendono a dissolversi, non presenta la consueta tensione al valore creativo dell’arte quanto più un disfacimento deciso a esigere una sintesi dolorosa tra fisicità e verbo, corpo e parola. Salomoni racconta una storia potente in cui l’opera d’arte e il suo creatore si fondono in un’intima e drammatica


Recensione

Questo esordio è un romanzo ad alta tensione narrativa dove i confini tra l’amore e la disumanità si fondono irrimediabilmente.


Un libro particolare in quanto l'autore fugge ogni genere linguistico e letterario e gioca con le parole astraendo la loro natura tanto da lasciare al lettore l’interpretazione. Lo scrittore crea un vuoto attorno alle chiare descrizioni di genere a cui si è sempre stati abituati, usando la lingua italiana in modo curato tanto da riuscire ad allontanare la natura di queste senza ricorrere all'utilizzo di asterischi o schwa.


La vita di un pittore quarantenne, in attesa della grande svolta per la sua carriera, cambia direzione quando l’avvocata francese Marie Bertrand diventa sua dirimpettaia, affittando per l’estate una porzione della sua stessa casa. Con lei vive, frutto di una relazione passata, Simone Salomoni, non ancora maggiorenne. Marie resta affascinata dall’artista, prova a sedurlo senza successo, e, dopo avere acquistato un paio di opere, gli commissiona il ritratto di Simone. Tra i due poco alla volta si instaura un rapporto che li porta a parlare dei conflitti con la madre, di una carriera nello spettacolo che non vuole decollare, della passione per la scrittura. Proprio attraverso le sue finte trasfigurazioni, inserite nel romanzo sotto forma di racconti, il pittore scopre la parte più profonda di Simone, un passato di abusi, un presente caratterizzato dall’autolesionismo e promiscuità.


Il pittore sembra voler farsi carico del dolore del giovane, sembra volerne diventare maestro e guida, ma nell’ossessione di ritrovare l’ispirazione artistica e la potenza sessuale perdute, istigherà Simone a sfigurarsi il bellissimo volto nell’illusione di diventare al tempo stesso artista e opera.


Questo libro è un opera implacabile i cui fulcro è l'Arte. Con uno stile meticoloso l’autore sorprende il lettore con una struttura originale. Una narrazione che lascia senza respiro e che racconta una storia che rimane impressa nella mente, non tanto per gli interrogativi che ci pone, ma per la sua composizione in grado di andare al di là di ogni categorizzazione.


Un romanzo che consiglio a tutti coloro che cercano una lettura fuori dagli schemi.


 

Alcune note su Simone Salomoni

Simone Salomoni nasce a Bologna nel 1979. Laurea in Letteratura italiana contemporanea, sceneggia spot pubblicitari, video e esperienze di realtà virtuale immersiva. Una sua installazione è stata realizzata e proiettata nel cortile di Palazzo Foscari in occasione della Venice Art Night 2021. Insegna tecniche di narrazione e storytelling nel corso per Expert Mixed Reality di FITSTIC (Fondazione ITS Tecnologie Industrie Creative) ed è docente della Bottega di narrazione diretta da Giulio Mozzi. Operaprima è il suo primo romanzo.


Comentários


bottom of page