RECENSIONE: Don Puglisi (Marco Sonseri, Riccardo Pagani)




Autore: Marco Sonseri, Riccardo Pagani

Editore: Renoir Comics, 2021

Pagine: 112

Genere: Graphic novels, Biografie

Prezzo: € 19.90

Acquista: Libro

Anteprima: https://issuu.com/renoircomics/docs/puglisi_issuu


 

Trama

Per don Pino Puglisi essere prete voleva dire davvero coniugare fede e impegno sociale. Sapeva che con l'impegno, la cultura della legalità e la socialità si potevano curare le ferite inferte dalla mafia alla sua Sicilia. La sua opera di evangelizzazione ha colpito nel segno, portando speranza anche nel quartiere Brancaccio di Palermo, cosa che Cosa Nostra non poteva accettare: il 15 settembre 1993, giorno del suo 56° compleanno, i fratelli Graviano lo uccidono davanti all'uscio di casa. Puglisi muore sul colpo, ma i suoi insegnamenti e il suo esempio rimangono vivi ancora oggi.


Recensione

Sicuramente non è la prima volta che il fumetto si occupa di mafia. E non è neanche la prima volta che racconta di Padre Pino Puglisi detto 3P. Entrambi argomenti di cui non si dovrebbe smettere di raccontare, perché parlandone si può provare a vincere contro la mafia.


Il linguaggio diretto del fumetto, oltre a divulgare le storie ha la potenzialità di coinvolgere anche coloro che sono, solo apparentemente, lontani da questa realtà. Renoir Comics ci riprova con Don Puglisi e affianca questa biografia a quella di Paolo Borsellino uscita nello stesso anno ( qui la recensione)


In questo volume la storia viene raccontata a più voci. Quella del giornalista di fantasia A. Pirrotta, ma anche dai virgolettati, reali o inventati, ma comunque verosimili, dei protagonisti della storia. Il volume ripercorre tutta la vita di Don Pino, dalla gioventù, con la scelta del seminario, alle prime esperienze in territori avvelenati dalle cosche come Godrano. Le esperienze di insegnamento e le grandi domande, con le risposte cercate nel Vangelo. Poi Brancaccio, le iniziative sociali, i piedi pestati ai fratelli Graviano. Le intimidazioni, gli scantinati di via Hazon, il processo e la beatificazione nel 2013. Senza nascondere, come purtroppo spesso si fa in questi casi, la fonte e l’origine di tutto questo: certamente la sua grande umanità, ma soprattutto la sua Fede. L’essere prete non era secondario, e non lo è neanche nella storia.


Anche dal punto di vista grafico l’iconografia cristiana è molto presente e in contrapposizione con i simboli della violenza mafiosa. Vi si trovano anche tanti riferimenti diretti al territorio: le cartine di Brancaccio, le rappresentazioni dei luoghi significativi.

I disegni di Riccardo Pagani sono puliti, ma intensi. Un bianco e nero con pochi fronzoli e tanta sostanza. Tanti gesti quotidiani ed espressioni tratteggiate in modo semplice.


Per storie come queste i disegni servono a veicolare il messaggio e non c’è bisogno di tecnicismi accademici. Da una parte sono intrisi di un substrato di tristezza legato all’apparente sconfitta patita dall’uomo contro la mafia, dall’altra hanno la forza della semplicità. Infatti, con pochi tratti esprimono spesso la forza e la volontà di chi, nonostante tutto, continua a sognare un mondo migliore e a lottare per costruirlo.


La costruzione delle pagine è abbastanza regolare, ma talvolta viene usato qualche espediente grafico per sottolineare alcuni passaggi della storia, come la sequenza nel momento dell’uccisione.


Un fumetto più che valido per creare una buona conoscenza civica, ma soprattutto per far conoscere e non dimenticare una storia di coraggio alle generazioni non hanno avuto la possibilità di vivere di persona la cronaca di quegli anni, le figure e le storie


 

Alcune note su Marco Sonseri

Marco Sonseri, nato a Palermo nel 1975, oltre ad essere docente di sceneggiatura di fumetti presso la Scuola del Fumetto di Palermo, ha pubblicato con editori italiani e stranieri (Panini Comics, Dream Colours, Eura Editoriale, San Paolo Edizioni, Heavy Metal, Essedieffe) e ha fondato insieme ad Alessandro Borroni uno studio virtuale che accorpa diverse figure professionali nell'ambito del fumetto. Vive e scrive a Palermo.


Alcune note su Riccardo Pagani

Riccardo Pagani è nato ad Arzignano, un piccolo paese in provincia di Vicenza, è un giovane disegnatore classe ‘95. Dopo il diploma presso la Scuola Comics di Padova si cimenta subito nel mondo delle autoproduzioni. Dopo qualche anno speso tra progetti personali e tanti colloqui, esordisce con il libro Don Puglisi edito ReNoir Comics.


TAG: #graphic_novels, #biografie, #marco_sonseri, #riccardo_pagani, #voto_cinque