RECENSIONE: Casalinghe americane (Helen Ellis)

Aggiornamento: 11 giu




Autore: Helen Ellis

Traduttore: Chiara Spaziani

Editore: La Tartaruga, 2022

Pagine: 160

Genere: Narrativa straniera, Narrativa moderna e contemporanea

Prezzo: € 19.00 (cartaceo), € 9.99 (ebook)

Acquista: Libro, Ebook


 

Trama

Le casalinghe americane si fanno gli smokey eyes e si tingono le labbra, ascoltano Beyoncé a tutto volume mentre preparano la cena, affogano i loro dispiaceri nello Chanel No. 5 e ospitano circoli di lettura in cui lo Chardonnay batte Charles Dickens. Riarredano le loro case con regolarità e condividono con le vicine un linguaggio di cortesia che assomiglia a un vero e proprio codice segreto. Conoscono le regole del gioco: cambiare i collant ogni inverno, ascoltare audiobook erotici mentre si lava il pavimento del bagno, servire ai propri ospiti solo il cibo che si vuole davvero mangiare, e accettare di essere troppo vecchie per bere più di un cocktail a sera. Ma attenzione, il loro aspetto raffinato e borghese inganna: queste donne sarebbero capaci di qualsiasi cosa pur di salvare le apparenze e ottenere ciò che desiderano...


Recensione

Questo libro raccoglie storie di ordinaria quotidianità che diventano straordinarie semplicemente perché a condurle da protagonista ci sono donne che vivono la propria casa come una reggia o un fortino inespugnabile al quale è consentito accedere da parte maschile solo per gentile concessione.


Questo volume offre uno spaccato di vita quotidiana attraverso una raccolta di racconti che sa essere grottesca e sagace senza dimenticare la raffinatezza nell'esposizione e uno stile letterario del tutto originale.


L'autrice sperimenta, nei suoi racconti, scritture variegate e sempre efficaci: dalla cronaca al tempo presente che man mano contrae le frasi fino a farle coincidere con le singole parole, a una guerra spietata tra vicine tante zelanti quanto sgradevoli che si consuma via mail.


In questo libro ci sono anche monologhi perentori ed equilibri psicologici preoccupanti che sfociano nell'omicidio o, cosa ancora più inquietante, nel far finta di nulla, perché se si ignora il malessere, magari va via per magia.


Le protagoniste dei racconti sono donne in crisi di valori, consapevoli del degrado, ma impegnate a trattenersi. Proprio nell'ultimo racconto, la scrittura efficace dell'autrice, si dilata e occupa tutta la narrazione in un trionfo di giudizi impetuosi. In questo racconto, assieme a "Come diventare un mecenate" e a "Il mio romanzo vi è gentilmente offerto da Tampax", fa capolino anche la satira feroce verso il mondo editoriale e le sue logiche in bilico tra fallimento e successo note soprattutto a chi in quel mondo ci lavora. In "Rovistando con le stelle" l'autrice affronta il mestiere della scrittrice e lo desacralizza, mostrando il fallimento della protagonista come fosse il suo.


Tutti i racconti hanno come protagonista una donna che presenta un misto di cinismo e consapevolezza che tutto non andrà bene e che la cattiveria glorifica se sei una casalinga americana e ciò che ti interessa è la gabbia in cui sei prigioniera. Se però hai brillantini, reality show e un marito da accudire, si può stare tranquilli in quanto le apparenze e i privilegi, conquistati con grande sacrifico, sono salvi, ed è questo ciò che conta.


Un libro che consiglio a tutti coloro che cercano una lettura cinica, che stupisce e che diverte in più passaggi.


 

Alcune note su Helen Ellis

Helen Ellis è una scrittrice americana. Ha scritto "Casalighe americane" (La Tartaruga, 2022).

Giocatrice di poker, compete nel circuito nazionale dei tornei. Vive con suo marito a New York.


TAG: #narrativa_straniera, #narrativa_moderna_contemporanea, #chiara_spaziani, #helen_ellis, #voto_tre_mezzo